Il post su Facebook del M5S

Debiti del comune, D'Ambrosio: «L'ammontare andrebbe oltre i 104 milioni di euro»

«Mi riferiscono che la valutazione che, precedentemente, si aggirava intorno agli 80 milioni di euro, andrebbe probabilmente aggiornata»

Politica
Andria venerdì 14 giugno 2019
di la redazione
Giuseppe D'Ambrosio
Giuseppe D'Ambrosio © n.c.

Sulla situazione finanziaria dell’ente è intervenuto, sul proprio profilo Facebook, l’On. D’Ambrosio del M5S che, oltre a un presunto aumento della quantità di debiti, denuncia anche l’avvio di due giudizi da parte di Italgas nei confronti del comune per rimborsi richiesti dall’ente ma non dovuti.

Il post: «Mentre a Bari sembra che tanti cittadini stiano denunciando tutti i tentativi fatti da numerosi candidati alle scorse comunali di comprar voti con denaro, ricariche, buoni benzina ed altre schifezze, noi ad Andria continuiamo a pagare le conseguenze del voto clientelare delle passate legislature.

Esempi? Vi ricordate i soldi che Italgas doveva al Comune di Andria e che secondo i nostri fantastici amministratori sarebbero stati incassati a breve (anni fa) e riportati in bilancio con le conseguenze che tutti noi andriesi stiamo pagando? Ebbene, Italgas ha intentato due ulteriori cause contro il comune di Andria per complessivi oltre 3 milioni di euro, per presunti rimborsi richiesti dal comune ma non dovuti, per gli anni 2017 e 2018.
Ma non era una questione che si era "sostanzialmente" risolta?
Chi ha governato Andria in questi anni?

Ah dimenticavo, voci di corridoio mi riferiscono che la valutazione del debito del Comune, e quindi di tutti noi andriesi, che precedentemente si aggirava intorno agli 80 milioni di euro, andrebbe probabilmente aggiornata.

I debiti, sempre secondo tali voci tutte ovviamente da verificare, sarebbero ormai ad oltre 104 milioni di euro.104 milioni di euro.

Restiamo in attesa di notizie, in un senso o nell'altro, dal commissario prefettizio, che di certo potrà esprimersi compiutamente non appena avrà terminato di fare gli accertamenti».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • sabino cannone ha scritto il 14 giugno 2019 alle 15:24 :

    On. D'Ambrosio, mi permetto di dettaglio certo: nel bilancio consuntivo 2015 erano appostati 152 mln di ratei passivi (fatture da pagare certe) a fronte di ratei attivi(tasse e tributi da incassare chissà quando) e non quantificabili. Sulla somma di 152 mln una legge scellerata di Berlusca autorizzava a tutti gli ee.ll. in debitoria un fondo di ammortamento trentennale del 30%, nel ns caso 50 mln), a questi c'è un mutuo trentennale della CDP Spa nel 2012 di 15 mln , legge del governo Monti, sempre per la riduzione dei debiti degli ee.ll. Il mutuo e il fondo ammortamento nei prossimi 30 anni costeranno interessi compresi 130 mln di euro. Siete l'unica forza politica(serbatoio di arrabbiati ) che deve ripudiare il PSC patto di stabilità e crescita del c...o imposto dall'UE di stì co....ni. Rispondi a sabino cannone