L'analisi

Politica cittadina, si preannuncia un autunno caldo, ma proprio caldo!

Si scaldano i motori in vista delle amministrative del 2020 che dovrebbero vedere scendere in campo ben 4 coalizioni: Lega, Cantiere del Buon Governo, Centrosinistra e M5S

Politica
Andria mercoledì 07 agosto 2019
di Sabino Liso
possibili candidati in vista delle comunali 2020
possibili candidati in vista delle comunali 2020 © AndriaLive

Sarà un autunno caldo, ma proprio caldo quello che aspetta la politica andriese in vista delle elezioni regionali e comunali che si terranno nella primavera del 2020.

Intanto, prima di chiudere per ferie, arrivano alcune novità negli schieramenti del centrodestra o meglio dei supporters vicini a Giorgino e quindi alla Lega: nei giorni scorsi pare sia stata resa ufficiosa la candidatura dell’avv. Pierpaolo Matera in qualità di candidato sindaco – una scelta già concordata con l’ex Sindaco in occasione del rimpasto in giunta che vide il reingresso proprio dell’ass. Pierpaolo Matera; un ritorno che era stato più volte ostacolato da quegli stessi consiglieri e assessori che oggi sostengono ob torto collo la sua candidatura. Nessuna conferma invece sul candidato alla presidenza della Regione da parte della Lega.

Da capire la posizione locale di Idea che negli ultimi tempi ha voluto fortemente la caduta dell’amministrazione Giorgino ed oggi, con l’ingresso nel movimento politico di Toti, si avvicina a Fratelli d’Italia e alla Lega. In tutto ciò, bisognerà seguire anche l'evolversi della fusione tra Direzione Italia (ostile a Giorgino e a Matera) e Fratelli d’Italia (favorevoli a Giorgino e a Matera), nonché l’individuazione dei nuovi segretari della Lega a loro volta divisi tra i sostenitori del neo parlamentare europeo ed ex segretario regionale Andrea Caroppo e l’attuale commissario regionale on. Luigi D’Eramo.

Al di là della situazione futura di Forza Italia, nell’altra parte del centrodestra andriese sta prendendo forma il Cantiere del Buon Governo in netta contrapposizione all’ex sindaco Giorgino, al neo candidato sindaco Pierpaolo Matera e ai loro sostenitori. Padre del cantiere è il consigliere regionale Nino Marmo che potrebbe essere il candidato sindaco dell’altra parte del centrodestra per la sua esperienza politica, considerata la difficile situazione in cui versa l’ente locale.

Più chiara sembra invece la situazione in casa del M5S in cui si dà per certa la candidatura a Sindaco dell’avv. Michele Coratella. Una designazione condivisa da tutto il gruppo locale dei pentastellati e già più volte palesata.

Quanto al centrosinistra invece la partita sembra tutta da giocare, anche se mancherebbero i giocatori: se il consigliere regionale Sabino Zinni sarebbe già designato al mandato bis nelle stanze di via Gentile, a livello locale si sta cercando di convergere su un volto nuovo che aggregherebbe l’intera area ed eviterebbe spaccature che non gioverebbero alla coalizione. Si cerca una persona che sia fuori dai giochi soliti della politica “politicante”. L’unico, intanto, a sinistra, ad aver palesato il desiderio di mettersi in gioco per le amministrative è il commercialista Giovanni Vurchio, segretario cittadino del PD. Bisognerà fare sintesi e convergere su un candidato unico per evitare di correre con una coalizione spaccata che non gioverebbe di certo all'area di centrosinistra.

Nessun apparentamento, né tra parte del centrodestra con il centrosinistra, né tra pentastellati e centrosinistra o Lega intanto sembrerebbe possibile, anche in vista, si immagina, del proliferare di liste civiche che identificheranno la geopolitica locale.

Si prospetta dunque una partita a 4: Lega, Cantiere del Buon Governo, Centrosinistra e M5S. A meno che non arrivino diktat dall’alto, la situazione dovrebbe restare invariata ed è evidente che, se nella partita finale dovesse disputarsi al ballottaggio, ci saranno tre forze politiche ostili all’amministrazione uscente.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Leonebiancazzurro ha scritto il 07 agosto 2019 alle 09:44 :

    A.A.A. CERCASI CANDIDATO SINDACO Rispondi a Leonebiancazzurro

  • Giovanni Alicino ha scritto il 07 agosto 2019 alle 08:54 :

    La volpe cambia il pelo ma non il vizio. Nel centro destra e la sinistra ci sono le stesse persone che hanno portato andria al dissesto ed altro. Ricordate che la corte dei conti ha condannato l'assessore x 770 mil euro. Rispondi a Giovanni Alicino

  • Luciano ha scritto il 07 agosto 2019 alle 07:08 :

    Sono stanco di vedere le solite facce. Mi hanno stufato. Rispondi a Luciano