La nota

Elezioni provinciali Bat, Marmo e Zinni al presidente«Città di Andria esclusa da elezioni?»

«Si rinvii la votazione»: è la richiesta dei due consiglieri regionali

Politica
Andria venerdì 06 settembre 2019
di La Redazione
Sabino Zinni e Nino Marmo
Sabino Zinni e Nino Marmo © n.c.

Elezioni provinciali - la nota congiunta dei consiglieri regionali Nino Marmo e Sabino Zinni:

«Il presidente della Provincia BAT, Pasquale De Toma, ha legittimamente convocato le elezioni per il nuovo presidente il 26 settembre. Abbiamo ritenuto di scrivergli perché se così fosse, la città di Andria, retta dal commissario prefettizio, sarebbe esclusa senza poter esprimere una propria proposta politica.

È vero che si tratta di elezioni di secondo livello, ma è pur vero che la provincia continua ad occuparsi di questioni importanti per le comunità ed è oltremodo auspicabile che la città più grande e popolosa della provincia possa concorrere all’elezione del presidente.

La prossima primavera si voterà al comune di Andria e la richiesta che abbiamo formulato a De Toma è quella di rinviare l’elezione del presidente, facendola coincidere quel quella per il rinnovo del Consiglio, al fine di consentire la partecipazione di tutti i Comuni del territorio.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Carlo lorusso ha scritto il 06 settembre 2019 alle 22:35 :

    Finalmente una buona notizia. Un colpo di coda da parte di alcuni politici andriesi per la rappresentanza di questa amata città che non merita ciò che sta attraversando. Bene questa azione che deve rimanere estranea alle solite beghe politiche cittadine tipiche delle nostre comunali. Andria ha dato un contributo determinante per la costituzione di questa provincia insieme a trani. Basta campanilismi che sono il male di questo ente. Mettetevelo nella testa. Rispondi a Carlo lorusso

  • Sabino tondolo ha scritto il 06 settembre 2019 alle 20:01 :

    Ma non dovevano abolire le province? Da andriese ancora non vedo nessun vantaggio per la mia città. La batteria è servita solo per dare stipendi e vitalizi a nuovi politici. Nuovi per modo di dire, perché sono sempre gli stessi. Rispondi a Sabino tondolo

  • Nicola de nigris ha scritto il 06 settembre 2019 alle 12:01 :

    Dovete eliminare questo spreco.. Rispondi a Nicola de nigris