Il post sui social

Incendio discarica, M5S: «Cosa sta succedendo nel sito?»

D'Ambrosio: «Chiediamo subito un sopralluogo con Arpa e Comune, con pubblicazione delle risultanze per trasparenza verso i cittadini andriesi di cui va tutelata ad ogni costo la salute»

Politica
Andria sabato 30 maggio 2020
di la redazione
discarica San Nicola La Guardia
discarica San Nicola La Guardia © AndriaLive

Dopo l'incendio di ieri all'interno della discarica di "San Nicola la Guardia" l'On. del M5S Giuseppe D'Ambrosio ha chiesto che si faccia luce sulle cause e si metta in sicurezza il sito: «da anni seguiamo con grande preoccupazione la discarica di Andria. Preoccupazione ed attenzione ai quali hanno fatto seguito sempre denunce ed atti.

A dicembre scorso, avevamo denunciato la gravissima situazione della discarica, chiusa nel 2017 proprio grazie al lavoro del MoVimento 5 Stelle per gravi irregolarità.

La Regione Puglia e l'Arpa, come da noi ripetutamente denunciato, a dicembre scrissero per la prima volta che eravamo di fronte a un "preoccupante quadro sanitario e ambientale", dovuto alla mancanza di copertura impermeabile dei rifiuti e alla presenza di percolato che poteva arrivare ad oltre 12 metri. Un palazzo di 4 piani di percolato.

Nel frattempo pare che la Regione, con diversi stanziamenti, abbia messo circa 10 milioni di euro a disposizione della bonifica e messa in sicurezza.

Oggi, dopo qualche mese, scopriamo che all'interno della discarica si sviluppano incendi (ricordiamoci che le discariche liberano anche biogas) con l’intervento di ben 4 squadre dei Vigili del Fuoco.

Cosa sta succedendo nella discarica comunale di Andria?

Chiediamo subito un sopralluogo con Arpa e Comune, con pubblicazione delle risultanze per trasparenza verso i cittadini andriesi di cui va tutelata ad ogni costo la salute.

Ed in questo inquietante quadro ricordiamoci sempre che i competenti politici regionali, volevano realizzare lì affianco una nuova discarica».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Addario Antonio ha scritto il 30 maggio 2020 alle 11:13 :

    Troppe cose che non tornano, e poi xche parla la politica che non c'entra niente ,maaaa strana questa cosa lo sanno che non è tempo di chiacchiere quindi muoversi che la vergogna ad Andria e troppa Rispondi a Addario Antonio