L'avviso

Pubblicato il bando per l’assegnazione dei posteggi all’interno del mercato ortofrutticolo

Per eventuali richieste di chiarimenti gli interessati possono rivolgersi al SUAP a mezzo posta certificata sviluppoeconomico@cert.comune.andria.bt.it

Andria giovedì 08 aprile 2021
di la redazione
Mercato generale ortofrutticolo
Mercato generale ortofrutticolo © Michele Lorusso/AndriaLive

Ai sensi e  per gli effetti della legge  25 marzo 1959 n. 125 , del vigente Regolamento del Mercato all’Ingrosso dei Prodotti Ortofrutticoli approvato con delibera di CC n. 43 del 17 ottobre 2016 e della Determinazione Dirigenziale n. 278 del giorno 11 febbraio 2021 di approvazione del presente Bando, il Comune di Andria, Ente Gestore del Mercato all’Ingrosso dei Prodotti Ortofrutticoli, si procederà all’assegnazione in concessione dei posteggi di vendita contraddistinti con i numeri:

Box di 1^categoria

 6 

Box di 2^ categoria

14

meglio evidenziati nell’elaborato grafico allegato al presente Bando.

I posteggi, che possono essere visionati, previo appuntamento da concordare con la Direzione del Mercato all’Ingrosso dei Prodotti Ortofrutticoli,  hanno una zona chiusa e una parte esterna coperta e scoperta per esposizione e/o carico derrate delle seguenti dimensioni:

BOX DI 1^ CATEGORIA N.

Superficie Coperta MQ

Area Esterna

MQ

Canone Mensile €

Canone Annuale €

6

112,70

109,55

741,12

8.893,44

BOX DI 2^ CATEGORIA N.

Superficie

Coperta MQ

Area Esterna

MQ

Canone Mensile €

Canone Annuale €

14

80,73

92,04

643,73

7.724,76

Il canone mensile di concessione per posteggio va pagato in rate mensili anticipate; non sono compresi nel canone, oneri, spese e tributi di legge. All’atto della stipula del contratto, l’assegnatario dovrà costituire un deposito cauzionale di importo pari a tre mensilità del canone per ogni posteggio assegnato, per complessivi Euro 2.223,36 (duemiladuecentoventitrè virgola trentasei) per il box di 1^ categoria, per complessivi Euro 1.931,19 (millenovecentotrentuno virgola diciannove) per i box di 2^ categoria, tutti così come sopra definiti, mediante bonifico presso la Tesoreria Comunale

Ogni operatore può chiedere e avere la concessione di massimo due posteggi.La durata della concessione è stabilita in anni 12. L’immobile è assegnato nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Eventuali interventi manutentivi sulle strutture e sull’impiantistica all’interno dei posteggi, previa autorizzazione del competente Settore Comunale, potranno essere realizzati dal concessionario a propria cura e spese senza che il medesimo al termine della concessione, abbia nulla a pretendere a nessun titolo per i lavori effettuati, che potranno essere acquisiti al patrimonio comunale.

I costi per l’attivazione degli allacci alle reti dei servizi e delle relative forniture (energia elettrica, acqua, ecc) saranno a completo carico del concessionario. Alla consegna dei box, a coloro che risulteranno assegnatari, sarà effettuata la lettura in contraddittorio dei contatori in dotazione.

Possono partecipare all’assegnazione: Possono essere ammessi a partecipare all’assegnazione le sotto elencate categorie di operatori in possesso dei requisiti stabiliti dalla Legge: Operatori già concessionari di posteggio all’interno del mercato; Commercianti all’ingrosso di prodotti agricoli; Consorzi e Cooperative di produttori o di commercianti di prodotti ortofrutticoli; Organizzazioni di produttori e i loro Consorzi; Gli industriali che provvedono alla lavorazione, conservazione e trasformazione dei prodotti ortofrutticoli. In caso di operatori già concessionari di posteggio presso il Mercato  Ortofrutticolo saranno ammessi alla graduatoria esclusivamente coloro che risulteranno in regola con tutti i pagamenti dovuti al Comune di Andria.

Modalità e termini per la presentazione delle domande: la domanda di partecipazione e tutta la documentazione allegata dovrà essere inviata al Comune di Andria a mezzo PEC all’indirizzo sviluppoeconomico@cert.comune.andria.bt.it  firmata con firma digitale entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 23 marzo 2021. Per le domande giudicate incomplete l’ufficio potrà richiedere la regolarizzazione da effettuarsi entro massimo 10 giorni. Se non regolarizzate entro il termine indicato, le domande verranno escluse. 

Nelle domanda, sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante, gli interessati dovranno dichiarare con le modalità previste dal DPR 445/2000 conformemente al modello allegato al presente bando: la categoria di posteggio richiesto (prima o seconda); le generalità del richiedente o in caso di società la ragione sociale della stessa e le generalità e il luogo di residenza dei suo amministratori; l’indirizzo di PEC a cui inviare eventuali comunicazioni; gli estremi di iscrizione alla CCIAA; gli estremi di iscrizione ala banca dati nazionale operatori ortofrutticoli (BNDOO) se obbligati dalla normativa vigente; che l’impresa è in regola con il pagamento dei contributi assicurativi e pensionistici (DURC); di essere in possesso dei requisiti morali previsti dall’art. 71 del D. Lgs. n. 59/2010 per l’esercizio dell’attività commerciale; che non sussistono nei propri confronti le cause di divieto, decadenza o sospensione di cui all’art. 67 del D. Lgs. n. 159/2011 (antimafia); di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali né provvedimenti amministrativi che non consentono l’attività; di non trovarsi in situazioni di morosità nei confronti della Pubblica Amministrazione alla data di presentazione della domanda; che l’impresa non sin trova in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata di concordato preventivo di sospensione di attività commerciale né che è stata formulata istanza per l’apertura di una delle suddette procedure; che l’imprenditore o i componenti gli organi della società non sono stati condannati per un reato relativo alla condotta professionale gli obblighi riguardanti il pagamento di contributi sociali e tributari o coinvolti (negli ultimi cinque anni) in procedure concorsuali; che nei propri confronti non è stat applicata alcuna sanzione che comporta il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione; di non essere stato destinatario di un provvedimento di revoca dalla concessione di un posteggio in un Mercato Ortofrutticolo o nei confronti del quale è in corso una procedura di revoca.

Alla domanda dovranno essere allegati: Fotocopia del documento di identità in corso di validità; Copia dichiarazione IVA dell'ultimo triennio; Copia dei bilanci annuali dell’ultimo triennio; copia conforme delle fatture relative alle derrate acquistate nei mercati pubblici o a gestione mista pubblico-privata nell’ultimo biennio (2019/2020), con indicazione specifica dei quantitativi espressi in unità di misura del peso; Titolo di possesso e planimetria di magazzini/depositi (risultanti dalla visura camerale) con indicazione della superficie; certificazione delle celle frigorifere con indicazione dei relativi volumi; certificati attestanti il possesso dei mezzi di trasporto dell’azienda (autocarri e similari) e dei mezzi elettrici di sollevamento; documentazione attestante il numero dei dipendenti assunti a tempo determinato e indeterminato, alla data di emissione del presente Bando;  documentazione attestante la quantità di prodotti ortofrutticoli commercializzati, di produzione regionale pugliese individuata e tutelata a norma di legge DOC DOP IGP IGT nell’ultimo biennio ( 2019/2020); per le associazioni tra produttori agricoli (Cooperative Consorzi e simili), documentazione attestante il quantitativo di prodotti ortofrutticoli conferiti da ciascun associato (annualità 2020).

Le associazioni o cooperative e loro Consorzi di produttori ortofrutticoli dovranno inoltre allegare alla domanda l’elenco dei soci relativo al settore ortofrutta. L’Ufficio si riserva a suo insindacabile giudizio di richiedere la documentazione ritenuta opportuna per confermare comprovare o integrare le dichiarazioni o la documentazione allegata alla domanda

Si precisa che in caso di dichiarazioni mendaci si procederà secondo quanto previsto dal DPR 445/2000 e ss.mm.ii..

Cause di esclusione: Non è sanabile e comporta l'esclusione dal Bando: la trasmissione  delle domande fuori dal termine e con modalità diverse da quelle previste dal presente Bando; l'omissione della firma del legale rappresentante/concorrente a sottoscrizione della domanda e delle dichiarazioni. Non sono ammesse a partecipare al presente bando le ditte che in passato sono state oggetto di revoca della concessione di un posteggio nel Mercato Ortofrutticolo o nei confronti delle quali è in corso una procedura di revoca.

Tutti gli altri dettagli sono specificati nel bando. Per eventuali richieste di chiarimenti gli interessati possono rivolgersi al SUAP a mezzo posta certificata sviluppoeconomico@cert.comune.andria.bt.it.

 

Lascia il tuo commento
commenti