La nota

Prevenzione e controllo Xylella fastidiosa, monitoraggio dell'Arif

Il territorio di Andria è compreso nella zona indenne, e le relative operazioni da parte del personale tecnico incaricato sono iniziate il 17 maggio 2019

Andria giovedì 23 maggio 2019
di la redazione
Albero di ulivo
Albero di ulivo © n.c.

«L’ARIF, Agenzia Regionale attività Irrigue Forestali, su mandato della Giunta regionale, ha in corso di esecuzione il terzo monitoraggio del territorio pugliese per verificare la presenza o meno della Xylella fastidiosa.

Il monitoraggio interessa le cosiddette zone indenne, cuscinetto e di contenimento, come delimitate dalla Regione Puglia e sarà concluso entro il 31.12.2019 e riguarderà il territorio dei Comuni delle province di Foggia, Barletta-Andria-Trani, Bari, Brindisi e Taranto, con la esclusione di quella di Lecce.

Il territorio di Andria è compreso nella zona indenne, e le relative operazioni da parte del personale tecnico incaricato da questa Agenzia sono iniziate il 17 maggio 2019.

Il monitoraggio sarà realizzato da professionisti selezionati e formati dall’ARIF, ai quali è stata attribuita la qualifica di “Agente fitosanitario”, con le conseguenti prerogative di legge.

L’intera operazione, in ogni sua fase, non comporterà alcun elemento invasivo o distruttivo, se non l’ingresso nei fondi agricoli da parte degli agenti e il prelievo, eventuale, di piccolissime parti di pianta.

L’esecuzione di una ricognizione sistematica della presenza della xylella fastidiosa nella nostra Regione, rappresenta – si legge nella nota – uno strumento insostituibile di conoscenza e di tutela del patrimonio ambientale, agricolo e storico-culturale per l’intera collettività locale e regionale, e dunque è necessario assicurare il massimo della collaborazione».

Lascia il tuo commento
commenti