Il cioccolato fondente una tentazione a cui è difficile resistere

C'è chi al cioccolato non sa rinunciare: la buona notizia è che fa bene!

Domenico Di Noia La salute del cuore
Andria - venerdì 20 aprile 2018
cioccolato
cioccolato © n.c.

Il cioccolato, definito dai Maya “cibo degli dei”, giunse in Europa con i conquistadores spagnoli. Arrivò in Italia solo nel '600 grazie ad un commerciante di Firenze e nello stesso periodo si diffuse nel resto dell'Europa. Nella Venezia del Settecento nacquero le prime "botteghe del caffè" (o coffee house), antesignani dei nostri bar; esse erano, certamente, anche "botteghe della cioccolata" e facevano a gara per modificare la ricetta esistente inventando nuove versioni. Nel 1760 la Gazzetta Veneta documentò l'ormai enorme diffusione del prodotto. Fino a tutto il XVIII secolo il cioccolato venne considerato la panacea di tutti i mali, e gli si attribuirono virtù miracolose. Re, imperatori, musicisti, scrittori e Papi hanno avuto una grande passione per il cioccolato.

Non tutto il cioccolato è uguale, l’unico a possedere delle proprietà benefiche è il cioccolato fondente. Il suo consumo giornaliero (20 ai 50 g/die, pari a circa 230 kcal) può apportare numerosi benefici alla nostra salute.

Nel cioccolato sono presenti:

1) I flavonoidi, che come ormai tutti sanno sono dei potenti antiossidanti presenti negli alimenti di origine o derivazione vegetale, quali il tè, il vino rosso, gli agrumi e soprattutto i frutti di bosco. Gli antiossidanti, proteggendo le cellule del corpo contro gli effetti dei radicali liberi, rallentano il processo di invecchiamento dei tessuti, limitano gli effetti negativi associati ad alti livelli plasmatici di colesterolo LDL (la frazione cosiddetta “cattiva”) e di conseguenza, grazie anche all’effetto antinfiammatorio, proteggono le arterie dai danni dell’aterosclerosi e prevengono così le malattie cardiovascolari quali infarto ed ictus.

Più il cioccolato è amaro, più è alta la concentrazione di cacao e quindi di flavonoidi. Nel cioccolato fondentei flavonoidi sono in dosi di 170 mg per 100 g di prodotto.

2) teobromina e caffeina: si tratta di sostanze che possiedono un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale, sul battito cardiaco e sul rilassamento dei muscoli respiratori , e rappresentano un’importante fonte di energia che permette di compensare velocemente l’energia spesa dall’organismo durante gli sforzi fisici e mentali.

3)vitamine (A, D, E, B12) e minerali fondamentali per la corretta funzionalità corporea, quali il magnesio (importante per il buon funzionamento del cervello), rame, ferro, manganese e zinco (che favoriscono la crescita delle cellule, la riparazione dei tessuti e l’assorbimento delle sostanze nutrienti).

4) sostanze che stimolano la formazione di endorfine. Le endorfine, hanno un importante effetto positivo sul nostro umore. In sostanza sono una sorta "droga naturale", prodotta dal nostro stesso organismo, in grado di migliorare la nostra resistenza allo stress, alla fatica ed al dolore.

Nonostante tutte le proprietà, non è un alimento adatto a chi soffre di gastrite, reflusso gastroesofageo, ulcere e sindrome del colon irritabile.

"La vita è come il cioccolato, è l’amaro che fa apprezzare il dolce" (Xavier Brébion).

Altri articoli
Gli articoli più letti