Marchi+3

80% a fondo perduto per la registrazione di marchi internazionali

Nicola Pugliese Guida alla Finanza Agevolata
Andria - venerdì 20 aprile 2018
marchi+3
marchi+3 © n.c.

MARCHI+3

80% a fondo perduto per la registrazione di marchi internazionali

Negli ultimi tempi l'Italia è stata uno dei Paesi più attivi nella ricerca di nuovi prodotti, di nuove tecniche di lavorazione, di nuovi brand.

La globalizzazione dei mercati tuttavia ci ha costretti a dover proteggere le nostre invenzioni. Il nostro Governo, resosi conto di ciò, ha indetto ormai da anni, dei bandi volti appunto ad incentivare la protezione della proprietà intellettuale, da parte dei nostri utenti, infatti ha indetto tre bandi, che prevedono la copertura dell'80% (90% in caso di USA e/o CINA) dei costi necessari per la registrazione di Marchi a livello internazionale.

Nel merito il Bandi indetto ha il nome di Marchi+3 ed è un programma di agevolazioni realizzato per favorire la registrazione all'estero (sia a livello comunitario che internazionale) di marchi nazionali da parte di micro, piccole e medie imprese, con l’obiettivo di sostenerne la capacità innovativa e competitiva. Il programma prevede due linee di intervento:

  • Misura A - Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi comunitari presso EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici
  • Misura B - Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

Il soggetto gestore è Unioncamere, e per aderire è necessario essere una PMI con sede in Italia ed iscritta alla Camera di Commercio, oltre che essere titolari del marchio da registrare, registrato dal 01 Giugno 2016 o comunque prima della presentazione della domanda.

Le risorse disponibili per l’attuazione delle Misure agevolative previste dal presente Bando ammontano complessivamente a circa 3,8 milioni di euro.

Le imprese possono richiedere agevolazione pari a max 6mila euro per marchio. Tale agevolazione può essere incrementata ed arrivare fino a 7mila euro, o 8mila euro qualora si designi come Paese del OMPI l’USA o la CINA (contributo al 90%).

Un’impresa titolare di più marchi può richiedere incentivi fino ad un max di 20mila euro.

Le spese ammesse riguardano :

  • Progettazione del Marchio Max € 2.200
  • Assistenza per il deposito Max € 350
  • Ricerche di anteriorità Max € 3.130
  • Assistenza Legale per tutela del marchio Max € 2.400
  • Tasse di deposito e Registro

Altri articoli
Gli articoli più letti