Yoga vs fitness

Oggi, anche la mente deve essere allenata al benessere

Rosa Tortora Benessere InEquilibrio
Andria - venerdì 23 novembre 2018
Yoga vs  Gym
Yoga vs Gym © n.c.

Questo non vuole essere un dibattito su cosa sia meglio praticare, se lo yoga o il fitness. È invece un approfondimento sulle due attività fisiche, sui loro meriti e sulla possibilità di esercitare entrambe le attività.

Lo yoga è diventato sempre più popolare con la cultura occidentale del 21 ° secolo; il fitness, invece, rimane basato sulla ricerca, uno dei modi migliori per ottenere l'allenamento cardiovascolare e di forza.

Sfortunatamente, nonostante tutta questa enorme concentrazione su metodi, programmi e risorse per la salute e il fitness, abbiamo ancora una popolazione generalmente sedentaria e fuori forma.

La differenza fra Yoga e Fitness sta principalmente qui: nello Yoga si cerca l’unione fra mente e corpo, ovvero si cerca la consapevolezza del movimento e della posizione statica, distribuendo l’attenzione della mente a tutto il corpo.

Nulla vieta di fare Fitness ponendo l’attenzione su quel che si sta facendo (molti atleti lo fanno, praticando Yoga senza saperlo). Però nelle palestre è normale correre sul tapis roulant guardando la tv, pedalare sulla cyclette leggendo una rivista di Fitness, fare stretching chiacchierando col vicino o pensando a come attaccare bottone con la vicina.

Quando si pratica Yoga, invece, ci si concentra sulla gamba che si muove, su quella che sta ferma, sul respiro, sulla posizione delle braccia, sulla testa che scende lentamente spinta dal proprio peso, sul respiro, lasciando scorrere i rumori esterni, ascoltando i rumori interni del cuore, del respiro, talvolta anche le sensazioni dell’intestino, l’interno della colonna vertebrale, le sottili sensazioni delle articolazioni più piccole.

Senza andare a cercare la beatitudine universale (uno degli obiettivi superiori dello Yoga), questa speciale attenzione distribuita in tutto il corpo ha un vantaggio immediato anche per il praticante più inesperto: ha un effetto molto rilassante.

Paradossalmente, nella società̀ in cui viviamo, longevità̀, salubrità̀ e ricchezza sono state affiancate da ansie, atteggiamenti negativi, perdite di equilibrio interiore.

Quindi se il fisico punta alla forza, la mente mira ad imparare e mantenere atteggiamenti positivi e costruttivi. #MoveYourPositive, per dirla con il linguaggio di oggi.

Dunque qual è l’allenamento migliore?

Ognuno porta i suoi vantaggi. Uno non è meglio dell'altro. In effetti, c'è un valore nel fare entrambe le cose.

"Puoi uscire ed essere attivo, 10 minuti alla volta, ma per l'amor del cielo, trova qualcosa che ti piace e fallo e se non ti piace, sperimenta finché non trovi quello che ti piace" disse Hughes.

Quindi qual è il miglior allenamento? Risposta: è sicuramente quello che ti fa uscire di casa!

Altri articoli
Gli articoli più letti