Proprietà e benefici delle castagne

Pro e contro del frutto tipicamente autunnale

Domenico Di Noia La salute del cuore
Andria - venerdì 18 ottobre 2019
castagne
castagne © n.c.

L’autunno è arrivato e in questo periodo, tra i frutti più conosciuti e apprezzati per le sue proprietà ci sono le castagne.

Spesso si fa confusione tra castagne e marroni, le prime sono frutti dell’albero selvatico, mentre i secondi vengono prodotti da alberi coltivati e sono più grossi rispetto alla castagna, con forma ovale o a cuore.

Questo frutto, che Ippocrate definiva “noce piatta” era usato contro la stipsi senza la buccia, mentre con la buccia aveva potere astringente. All’epoca di Plinio dalle castagne si ricavava la farina con cui si preparava un pane consumato durante il “digiuno delle donne”, durante il quale, a chi osservava il culto femminile di Cerere, Cibele ed Iside era proibito il consumo di cereali.

Frutto di stagione tipicamente autunnale è ricco di sali minerali, fosforo, acqua, e glucidi (carboidrati, all’84%), e contiene il 7% di proteine e il 9% di lipidi. La ricchezza in carboidrati complessi le rende simili per valore nutritivo ai cereali.

Tuttavia, proprio per l’alta percentuale di carboidrati, le castagne sono anche caloriche e il loro contenuto energetico varia in base al tipo di cottura: 100 grammi di castagne lessate forniscono 120 calorie, che diventano 193 nel caso delle caldarroste e 343 l’etto nel caso della farina di castagne.

Sono frutti nutrienti e digeribili, e apportano sostanze biologicamente attive fondamentali per una sana alimentazione. Possono essere introdotte nella dieta, magari come spuntino, senza il timore di ingrassare. Sono importanti per il nostro benessere poiché sono tra gli alimenti che fanno bene, soprattutto, al buon funzionamento dell’intestino (sono ricche di fibre alimentari), della circolazione e del sistema nervoso (sono ricche di fosforo, in grado di potenziare l’attenzione e la memoria). Inoltre, contengono anche ferro e sono ricche di acido folico, elemento indispensabile per le donne in gravidanza, in quanto aiuta a proteggere il feto da eventuali malformazioni. Questo frutto è ricco anche di sodio, calcio, e potassio importanti per il buon funzionamento degli apparati cardiovascolari e neuromuscolari, è un alimento indicato per chi pratica attività fisica.

Le castagne riducono il colesterolo limitandone l'assorbimento nell'intestino e aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo cattivo poiché ricche di grassi monoinsaturi come Omega 3, Omega 6, acido oleico e acido palmitoleico. Grazie alle loro proprietà nutrizionali simili a quelle di cereali come frumento e orzo, sono un alimento decisamente gustoso per chi soffre di celiachia, poiché non contengono glutine.In conclusione, le castagne sono un’ottima fonte energetica, grazie al loro potere calorico. Per il loro alto contenuto di carboidrati (zuccheri) le castagne sono sconsigliate a chi soffre di diabete, gastrite, colite o obesità.

Lascia il tuo commento
commenti