Banchi di legno

Ne sento gli odori, rammento la maestra temuta od amata

Mirella Caldarone Punto di vista
Andria - venerdì 26 giugno 2020
Scuola elementare di Zinviè - Benin - Africa
Scuola elementare di Zinviè - Benin - Africa © Mirella Caldarone

Tra le mani una penna e sotto il polso un foglio.

Incido pensieri con l'inchiostro
di cui ritrovo i rivoli sul banco di legno.

Inchiostro, pennino, grembiule blu, colletto bianco.

Ne sento gli odori. Rammento la maestra temuta od amata
ed il profumo dei fogli dei nuovi sussidiari.

Non è cambiata la voglia di annerire un foglio con l'anelito dei pensieri.

Lettere, meravigliose missive da intascare
per accarezzarne lo spessore esiguo.

Ed io, una spiaggia di sabbia
pronta a bagnarsi durante le risacche
nel ritmo dolce e superbo delle maree.

Non d'inchiostro, porto le stesse novelle.

Lascia il tuo commento
commenti