Un grammo d’autunno

Ed il suolo si tinge di color oro mentre gli alberi si preparano al letargo apparente

Mirella Caldarone Punto di vista
Andria - venerdì 13 novembre 2020
Un grammo d’autunno
Un grammo d’autunno © Mirella Caldarone

Quanto pesa l’autunno? Che valore ha il tempo che ci separa dall’estate? L’autunno è una parentesi tra la spiaggia e l’albero di natale. Una parentesi quasi scomoda. Di sicuro, poco amata.

Succede camminando. Un leggerissimo elemento giallo che scende sul cammino. È una foglia, un grammo d’autunno. Compie varie evoluzioni al vento ed atterra sul letto di fronde che già copre la strada.

In principio era il verde; ora le scene virano verso i colori caldi che ricordano il calore, l'estate, il sole, la passione viva. I parchi si colorano di giallo e offrono scene che sembrano uscite dai quadri di pittori impressionisti.

Val bene una visita al parco comunale, l’autunno. Il racconto è di poco prima che questo polmone verde fosse chiuso con ordinanza sindacale per impedire che fosse motivo di frequentazione incontrollata durante l’attuale momento di pandemia. In effetti, essendo le vie e le piazze urbane più sottoposte a controlli, la villa comunale ha offerto ricoveri più riparati dalla vista e questo ne ha giustificato la chiusura temporanea.

Escludendo alcuni gruppetti poco consoni all’armonia del paesaggio, vi si trova gradevolezza, mentre il suono delle foglie secche accompagna mille passi mattutini. Passeggini, anziani accompagnati da giovani dame di compagnia, biciclette. E poi gente che cammina, corre, si allena.È la città silenziosa, educata ed educante, desiderosa di relax attivo tra gli alberi di un parco urbano.

Due uomini vanno a piedi ed ognuno porta a mano una bicicletta rosa, un altro, a cavallo della bici, affianca un amico a piedi mentre chiacchierano. Scene di ordinaria umanità. Ed il suolo si tinge di color oro mentre gli alberi si preparano al letargo apparente. Saranno spogli per mesi mentre la nuova vita già pullula nelle arterie di legno per prepararsi alla primavera.

L’autunno annuncia una pausa di riflessione, una modalità naturale per riprendere forza e tornare a fiorire. Dovremmo imparare dall’autunno. Quando tutto tornerà verde, la città tutta tornerà a fiorire. Abbiamo, adesso, i giusti presupposti per una rinascita collettiva. Andria, un sogno possibile.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Angela Ribatti ha scritto il 13 novembre 2020 alle 11:53 :

    Bellissime le foto e toccante l'articolo. Rispondi a Angela Ribatti

Altri articoli
Gli articoli più letti