Fondo Imprese Femminili: come funziona e a chi spetta

Incentivi per la nascita, lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili

Nicola Pugliese Guida alla Finanza Agevolata
Andria - venerdì 01 aprile 2022
Donne e lavoro
Donne e lavoro © nc

Dopo una lunga attesa, durata quasi 1 anno, finalmente ci siamo: il Fondo Imprese Femminili prende forma!

Obiettivo del Fondo è sostenere imprese femminili (maggioranza societaria) attraverso la concessione di agevolazioni nell’ambito di una delle due seguenti linee di azione:

a.      incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili

b.      incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili.

I settori ammissibili riguardano la produzione di beni nei settori dell’industria, artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli, fornitura di servizi, in qualsiasi settore, commercio e turismo, ma collegati a progetti ad Elevata Tecnologia, e quindi legati a

·        progetti di ricerca e sviluppo (sperimentazioni, tecnologie brevettate, know how)

·        conoscenze scientifiche o ingegneristiche avanzate (meccanica avanzata, robotica, biotech, big data, intelligenza artificiale, blockchain, machine learning, materiali di ultima generazione)

·        utilizzo di tecnologie per processi di ideazione, produzione, logistica, commercializzazione

·        progetti di transazione digitale (creazioni o sviluppo di contenuti digitali, tecnologie digitali nei processi produttivi, tecnologie o software per la gestione aziendale, sviluppo di canali online di vendita o acquisto, gestioni cloud di dati, soluzioni di digital marketing o digital networking, cyberseurity, tecnologie e software per il miglioramento degli spazi di lavoro o dell’impatto ambientale)

L’agevolazione prevede un mix tra finanziamento a tasso 0 della durata di 8 anni (non garantito dallo stato) e Fondo Perduto.

Nel merito le spese finanziabili riguardano:

·        macchinari ì, impianti ed attrezzature, secondo le teorie di sharing economy

·        spese connesse alla messa in funzionamento di macchinari impianti ed attrezzature

·        opere edili

·        acquisto brevetti

·        acquisto programmi informatici e soluzione tecnologici (software applicativi, piattaforme e soluzioni digitali, progettazione e sviluppo di sito web)

·        servizi in cloud

·        personale dipendente da impiegare nel progetto

·        esigenze di capitale circolante (max 20%) inteso come materie prime e merci, fitti e noleggi, spese per servizi

La misura prevede 2 tipologie di incentivi:

A) NUOVE IMPRESE - rivolto ad imprese da costituire o costituite da meno di 12 mesi

·        contributo a Fondo Perduto pari al 80% delle spese ammissibili da 50mila a 100mila euro;

·        Contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili da 100mila a 250mila euro;

B) IMPRESE GIA COSTITUITE – rivolto alle imprese costituire dai più di 12 mesi

·        Costituite da non più di 36 mesi, le agevolazioni sono concesse fino a copertura dell’80% delle spese ammissibili, in egual misura in forma di contributo a fondo perduto e in forma di finanziamento agevolato;

·        Costituite da oltre 36 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, le agevolazioni sono concesse come al punto precedente in relazione alle spese di investimento, mentre le esigenze di capitale circolante costituenti spese ammissibili sono agevolate nella forma del contributo a fondo perduto.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 19/05/2022 per la MISURA A e dal 07/06/2022 per la MISURA B.

Il fondo prevede inoltre il rifinanziamento delle misura ON -  Oltre Nuove Imprese a Tasso zero , e SMART START.

 

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti