L'intervista

Il giovane marciatore olimpico Francesco Fortunato torna da Tokyo: accolto a Palazzo di Città

L'amministrazione Bruno: «Un'eccellenza andriese da custodire e valorizzare»

Altri Sport
Andria giovedì 02 settembre 2021
di Sabino Liso
Francesco Fortunato accolto a Palazzo di Città
Francesco Fortunato accolto a Palazzo di Città © AndriaLive

Venerdì 2 luglio scorso il nostro giornale dava comunicazione della ufficialità della partecipazione di Francesco Fortunato alle Olimpiadi di Tokyo. L'atleta di marcia andriese è stato convocato nella squadra italiana di cui hanno fatto parte i 76 azzurri: 41 uomini e 35 donne, il più alto numero di sempre alle Olimpiadi per l’atletica azzurra. Un orgoglio per tutti noi ed una prima esperienza per Fortunato che, di fatto, dopo la gara di Sapporo dello scorso 5 agosto, è il 15esimo marciatore a livello mondiale. 

Giovedì 12 agosto, ad accoglierlo a Palazzo di Città, accompagnato dalla sua splendida famiglia, la sindaca Giovanna Bruno, gli assessori Daniela Di Bari, Cesareo Troia e Mario Loconte, che hanno salutato e si sono complimentati con il giovane campione olimpico. Tutti d'accordo nell'asserire che Francesco Fortunato è «un'eccellenza andriese da custodire e valorizzare tra i giovani andriesi, attraverso le scuole e le agenzie educative affinché l'esempio di Francesco Fortunato sia per tutti stimolo a fare bene e a coltivare sane passioni sportive».

Francesco non si risparmia e racconta le sue emozioni, la gioia nel vedere sul podio l'amico e compagno di stanza Massimo Stano che lo ha voluto assieme durante la premiazione e la consapevolezza che questo è soltato l'inizio di un racconto ancora da scrivere in una disciplina di fatica, che richiede preparazione e tanto impegno. I Mondiali in America e gli Europei a Monaco: sono i prossimi appuntamenti che richiedono già impegno mentale e preparazione atletica. Si dice soddisfatto e ringrazia tutti gli andriesi che hanno fatto sentire il loro calore anche a distanza: tante le attestazioni di stima, una su tutte, da lui citata con il sorriso, è un commento sui social: "Per me sei già vinto"

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Domenico Lorusso ha scritto il 04 settembre 2021 alle 13:15 :

    Bisogna dare la possibilità a questi ragazzi che verranno dopo, di avere le strutture per potersi allenare per bene, altrimenti Francesco, come anche Pasquale Selvarolo ecc possono andare nelle scuole in piazza a fare testimonianze ma poi se manca un luogo adatto,ad esempio per quale motivo la piscina comunale è ancora chiusa scusate se non c'entra niente con l'atletica ma pure sport è quello. Rispondi a Domenico Lorusso

  • Salvo ha scritto il 02 settembre 2021 alle 13:25 :

    Sindaco/a custodire sembra riduttivo perché un puledro di razza va lasciato libero di spaziare per il mondo, valorizzare si perché possa essere di traino per la gioventù andriese ma nel contempo va rimessa a posto la pista colabrodo spezzacaviglie del Sant'Angelo dei ricchi perché ogni volta che le future promesse si allenano rischiano veramente le caviglie inoltre rimetta in funzione le strutture sportive di Andria (palazzetto e annessi, pista pattinaggio, piscina etc.) Che languono abbandonate da anni e più stanno ferme più costerà rimetterle in funzione. Quando tutto girerà sicuramente usciranno altri ragazzi che seguiranno FORTUNATO in giro per il mondo. Che RIPARTENZA sia altrimenti "solo parole". Rispondi a Salvo