La premiazione

Patrimonio di Andria, sportivi vittoriosi accolti a Palazzo di città

Premiati con un attestato i ragazzi del Baskin targato ASD Atletica Andria, il campione europeo di marcia m60 Antonio Lopetuso, e i due campioni italiani di danza sportiva Miracapillo e Bruno

Altri Sport
Andria sabato 05 ottobre 2019
di Riccardo Alicino
Premiazione atleti Palazzo di Città
Premiazione atleti Palazzo di Città © Riccardo Alicino/Andrialive

Impegno, sacrifici e dedizione, ma anche tanta passione e sano divertimento. Punti cardini nella vita di uno sportivo, elementi imprescindibili per alcuni atleti andriesi, ricevuti ieri pomeriggio a Palazzo di Città per essersi distinti in attività agonistiche nel corso degli ultimi mesi.

Sono stati premiati con un attestato i ragazzi della squadra di Baskin (basket-inclusivo) dell'ASD Atletica Andria, giovani atleti diversamente abili, ma con tanta passione per il mondo dello sport e una determinazione decisiva per la loro effettiva inclusione. Con loro anche Antonio Lopetuso, classe '58, Campione Europeo di Marcia nella 10 km su strada, nella categoria m 60, svoltasi nel mese di settembre in Veneto, e che lo ha visto bissare i successi di qualche mese prima nei campionati italiani, portando a casa un altro tricolore, prima appunto, dei due ori aggiudicati nell'ultima competizione continentale, riaffermandosi come uno dei migliori atleti del palcoscenico italiano ed europeo.

Immancabile anche lo spazio dedicato alla danza, la danza latino americana, ai cui campionati italiani hanno partecipato gli andriesi Riccardo Miracapillo e Annamaria Bruno, aggiudicandosi il tricolore nell'edizione di Rimini Fiera, dopo soli 8 anni di attività agonistica. Un prestigioso risultato, conferitogli direttamente dalla Federazione Italiana Danza Sportiva, unica federazione del comparto regolarmente riconosciuta dal Coni e dal Ministero dello Sport. Una disciplina che tra 8 anni rientrerà anche nei giochi olimpici.

Emozione e soddisfazione, per gli atleti e la città, un vero e proprio patrimonio per la comunità tutta.

Lascia il tuo commento
commenti