Cronaca e tabellino del match

Martina - Fidelis 0-3: tris-alvezza cruciale!

Strambelli porta in vantaggio gli azzurri su rigore al 28'; Martina in 10 uomini dopo le espulsioni di Viotti e Rajcic; Cortellini e Cianci chiudono il match a 10’ dal termine

Calcio
Andria domenica 10 aprile 2016
di Antonio Ventola
Esultanza della Fidelis Andria dopo il goal di Cianci
Esultanza della Fidelis Andria dopo il goal di Cianci © Vincenzo Fasanella

La matematica non può esserci dato che né Monopoli (vittorioso ad Ischia) e né Catania (vittorioso contro la Lupa Castelli) hanno collezionato una sconfitta, ma la Fidelis è a caccia di una vittoria che però potrebbe valere punti chiave per tentare di chiudere il discorso salvezza il prossimo week-end al Degli Ulivi.

D’Angelo conferma le previsioni della vigilia: ancora 3-5-2 con Bangoura a sostituire Paterni come quinto di destra. Franceschini invece ripropone il suo solito 4-3-3: tridente offensivo composto da Taurino, Baclet e Diakité; Rajcic, Dianda e Di Lauri a centrocampo mentre nella difesa a 4 Marchetti e D’Orsi i centrali, Allegra e Basso i terzini.

Prima dell’inizio della sfida si è osservato un minuto di silenzio prima della sfida in memoria di Aldo Ancona, dj e voce storica del Domenico Tursi di Martina Franca, venuto a mancare giovedì scorso. Il tempo di schierarsi in campo e parte una sfida che si dimostra sin da subito piacevole. Il Martina, decisamente meglio messo in campo rispetto agli ospiti, è la squadra più presente in zona offensiva. Già al 2’ va vicina al vantaggio con Tarurino, che vede spegnersi non di poco alto sulla traversa una conclusione da fuori area. Passa qualche minuto e la squadra di Franceschini colleziona un’altra buona occasione: scambio al limite tra Taurino e Dianda; il numero 11 del Martina entra in area, ma Aya lo contrasta bene inducendo l’esterno a concludere in maniera scialba. E’ il momento della Fidelis, che capitalizza praticamente l’unica vera grande occasione di un primo tempo giocato obiettivamente maluccio: 24’ lancio lungo di Strambelli per Grandolfo; la palla per l’attaccante ex Bari sembra troppo lunga; Viotti però calcola male il tempo dell’uscita e perde la sfera; Grandolfo, come a Melfi, ha nuovamente il merito di essere vigile su un possibile errore dell’estremo difensore e raccoglie la palla vagante; il portiere di casa tenta di rimediare, ma finisce per stendere l’azzurro: calcio di rigore, espulsione per Viotti e trasformazione di Nicola Strambelli, il quale torna alla rete dopo un  lungo digiuno (non segnava dalla trasferta contro l’Akragas di ottobre scorso). Attimi di preoccupazione per le condizioni di D’Angelo subito dopo la rete: il tecnico subisce un calo di pressione e viene trasportato in ospedale per accertamenti (successivamente la società ha comunicato che non vi è modo di allarmarsi e che le condizioni del tecnico sono buone). Il Martina però è in partita e lo dimostra subito: 35’, Basso lascia partire un ottimo cross per Baclet, che colpisce in spaccata la sfera inducendo Poluzzi a compiere un vero e proprio miracolo. Appena 5’ dopo Di Lauri spara un missile da fuori area che si stampa sulla traversa, Diakité prova il tap in di testa a Poluzzi battuto, ma la palla vola incredibilmente alta.  E’ l’ultima occasione di una prima frazione pimpante della sfida.

Nel secondo tempo la Fidelis sembra partire meglio: 5’, sgroppata di Onescu sulla sinistra, che premia il taglio di De Vena in area; il numero 9 andriese, rimasto a tu per tu con Gabrieli (che ha sostituito Viotti in occasione del rigore), si divora la rete del raddoppio sparando il pallone sul corpo dell’estremo difensore di casa. Ques’ultimo si rende protagonista non troppi minuti più tardi: 63’, azione da destra a sinistra della Fidelis, che si conclude con un cross di Cortellini per la testa di Grandolfo; grandiosa parata di Gabrieli che mette in angolo.  Appena 5’ minuti dopo si giunge all’episodio chiave della sfida: Di Lauri conclude in area da posizione defilata, Aya colpisce probabilmente la sfera con il braccio, il Martina protesta per un presunto rigore; il primo ad avvicinarsi verso l'arbitro protestando è Rajcic , che però si prende il secondo giallo e viene espulso. Martina in 9 e strada che diventa totalmente in discesa per la squadra andriese: a questo punto il raddoppio è  questione di tempo. Ed infatti al 78’, a seguito di una buona manovra a tutto campo, Cianci serve al bacio Cortellini in area, il quale insacca preciso e sigla il 2-0. Il Martina alza bandiera bacca, ma l’Andria decide di divertirsi: ancora una ripartenza ben assestata, Strambelli alza la sfera in area di rigore, Cianci salta davanti a Gabrieli e lo anticipa netto: 0-3, partita terminata già a 10’ dalla fine.

La Fidelis ottiene l’11^ vittoria in campioanto, la 2^ consecutiva e la 6^ complessiva in trasferta, confermando il buon ruolino di marcia lontano dal Degli Ulivi. Si sale a 42 punti in classifica, a +10 da Monopoli e Catania a pari merito tra quartultimo e quintultimo posto: contro il Catanzaro, la prossima settimana, 3 punti potrebbero regalare la salvezza matematica.

TABELLINO LIVE


MARTINA FRANCA - FIDELIS ANDRIA 0-3 (FINALE)

 

MARTINA FRANCA (4-3-3): Viotti; Allegra (75' Antonazzo), Marchetti, D'Orsi, Basso; Di Lauri, Rajcic, Dianda; Diakite (88' Topo), Baclet, Taurino (28' Gabrieli).

A disposizione: Danese, Curcio, Kuseta, Cristofari, De Lucia, Berardino. 

Allenatore: Daniele Franceschini.


FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Poluzzi; Aya, Stendardo, Tartaglia; Bangoura (80' Matera), Strambelli, Bisoli, Onescu, Cortellini; De Vena (65' Cianci), Grandolfo (84' Bollino).

A disposizione: Cilli, Fissore, Alhassan, Capellini, Garcia, Vittiglio.

Allenatore: Luca D'Angelo.

 


ARBITRO: Francesco Guccini di Albano Laziale

ASSISTENTI: Pierluigi Mazzei di Brindisi; Claudio Cantiani di Venosa.


RETI: 28' Strambelli (FA); 78' Cortellini (FA); 80' Cianci (FA)

AMMONITI: 37' Rajcic (MF); 41' De Vena (FA); 70' Cianci (FA)

ESPULSI: 24' Viotti (MF); 67' Rajcic (MF)

ANGOLI: 4-3

RECUPERO: 4' p.t.; 2' s.t.

SPETTATORI: n.c.

(Twitter: @AntonioVentola)

Lascia il tuo commento
commenti