Pre-gara e probabili formazioni

Fidelis – Altamura: Per un Natale da leoni!

I federiciani ospiteranno i biancorossi di Cozza. Cinque gli assenti. Ottimo girone di andata dei biancoazzurri

Calcio
Andria domenica 23 dicembre 2018
di Riccardo Alicino
Fidelis Andria
Fidelis Andria © Fidelis Andria

Non sono ancora arrivati i giorni dei detti e ridetti “Auguri a te e famiglia”, non sono ancora arrivate le domande dei parenti sulla propria vita sentimentale durante i cenoni vari, non è ancora arrivata la fatidica e attesa Vigilia, ma i soldi sono stati spesi tutti, ne siamo sicuri. I regali sono già lì sotto l’albero.

Stacchiamoci dal mondo consumistico e frenetico di questi giorni per presentare la sfida odierna. Per l’incontro di oggi pomeriggio la Fidelis è concentrata, la Fidelis ha voglia di riscatto, la Fidelis ha voglia di regalare un’ultima gioia ai propri tifosi, un’ultima gioia di un 2018 iniziato male, proseguito malissimo, ma finito sereno e azzurro, come un cielo dopo la tempesta, con tanta speranza e distensione, con entusiasmo, orgoglio e appartenenza. E nessuno che obietti.

Quest’oggi, però, “Serviranno i veri leoni”. Parole di mister Potenza, parole del capitano che sta traghettando al meglio la nave Fidelis, con sacrificio e determinazione, parole che arrivano al momento giusto, dopo la ‘semi batosta’ di Gravina, una partita nata e finita storta, ma che ci sta sia chiaro. Una partita che ha preceduto una settimana comunque di festeggiamenti in casa Fidelis, una settimana che ha visto nel Christmas Gala di Giovedì, una serata di unione e compattezza tra le varie componenti del sodalizio federiciano. L’ambiente è quindi sereno, ma allo stesso tempo dovrà risultare concentrato e pronto ad un altro impegno, lo ricordiamo, l’ultimo del girone di andata.

E proprio per distoglierci dai lati positivo di giornata, andiamo a trattare in breve la situazione infortunati. Tra gli indisponibili, infatti, troviamo Bozic, Stranges, Iannini, Gregoric e Cristaldi. Ben 5 pedine, ben 5 elementi fino ad ora indispensabili. Per quanto riguarda Bozic e Stranges, entrambi saranno esenti di convocazione e continuano a lavorare a parte, mentre per i restanti tre la situazione sembra migliore e più rassicurante, con Cristaldi che continua a lavorare in piscina. Tra le note positive troviamo i rientri di Petruccelli e dei nuovi arrivati. Quest’ultimi potrebbero già essere utilizzati nella giornata di oggi, viste le assenze e i conseguenti grattacapi a livello tattiche.

Il bilancio del girone di andata, tuttavia, non può che essere positivo. Tante le soddisfazioni, nonostante mille difficoltà, le stesse che si dovranno affrontare nel nuovo anno, le stesse che verranno superate, la squadra c’è, con lei lo staff, con loro i tifosi. Insieme si potrà alzare l’asticella, se si vorrà.

Tornando al campo, gli undici di Potenza dovrebbero scendere in campo col classico 3-4-3. In porta Zinfollino. Difesa a tre con Benvenga, Cipolletta e Forte. In mezzo al campo Zingaro, Piperis, Bartoletti e Paparusso, dietro al tridente composto da Adamo, Siclari e Varriale.

Da un leone all’altro. L’avversario è l’Altamura, una squadra partita col piglio giusto ad inizio campionato, ma che poi ha inclinato il suo cammino con risultati meno soddisfacenti, fino al cambio tecnico di circa un mese fa. Dall’arrivo di Cozza in panchina la squadra ha in un certo senso spiccato il volo e al momento è a pari punti con la Fidelis. I murgiani presentano in rosa importanti elementi di categoria, è una squadra individualmente valida e con un ottimo ed efficace possesso palla. La società rimane vigile anche sul mercato di Gennaio. Per gli ospiti sarà una partita di rilevante importanza, anche per definire eventuali mosse di programmazioni sul futuro societario.

I biancorossi scenderanno in campo col 4-3-3. In porta Volzone. Difesa a quattro con Vaccaro, Caldore, Cucinotti e Sarcone. In mezzo al campo, invece, ci saranno Gagliardi, Catinalie Montemurro, dietro al tridente d’attacco formato da Palazzo, Rabbeni e Portoghese.

Col giusto approccio mentale sin dall’inizio, perché le vacanze potranno iniziare solo allo scadere dei 90 minuti di domani pomeriggio, perché ci sarà un'altra battaglia da affrontare, un'altra gioia da dover regalare al proprio pubblico.

Per un Natale da leoni.

Appuntamento alle 15.00 al “Degli ulivi”.

Lascia il tuo commento
commenti