Pre-gara e probabili formazioni

Fidelis – Gelbison: la Befana, il 2019, e il ritorno alla vittoria

I biancoazzurri inaugurano il nuovo anno al Degli Ulivi, obiettivo tre punti. Diversi gli indisponibili.

Calcio
Andria domenica 06 gennaio 2019
di Riccardo Alicino
Fidelis  Andria - Akragas
Fidelis Andria - Akragas © Vincenzo Fasanella/Andrialive

"L'Epifania tutte le feste porta via", si usa tradizionalmente dire. Ma questo vale per voi, voi lettori, voi tifosi, voi amanti della Fidelis. Gli uomini di Potenza, infatti, sono più di una volta, con i cenoni che sembrerebbero essere smaltiti.

Scherzi a parte, il gruppo è concentrato. Tra l'altro, tra allenamenti in clima siberiano e un degli ulivi con un prato nevoso mozzafiato, ho ripreso le attività, nella giornata di Venerdì svolte al Palasport, proprio per l'impraticabilità del manto erboso del Comunale. Si è tratta molto sull'aspetto mentale, da un punto di vista psicologico sarà, infatti, importante l'approccio alla partita, dopo alcuni giorni di ferie natalizie, qualche ora di relax in più, sempre dopo le ultime due sconfitte consecutive. Per di più si è cercato di 'catechizzare' qualcuno, indottrinando i più ingenui e lavorando su immagini e video.

È una squadra che dovrà comunque ripartire dall'ultima sfida, sempre in casa, ma contro l'Altamura. Una gara persa, è vero, ma giocata così come è stata preparata, e con molta probabilità condizionata da arbitrati alquanto discutibili. Di quest'ultimi di solito parliamo poco, in questo caso, però, sembra inevitabile ridarne risalto. È una squadra che probabilmente sta pagando anche una mancata preparazione estiva, e sta pagando anche duramente. Già, perché gli infortunati sono 5, parliamo di Cristaldi, Bozic, Iannini, Stranges e Gregoric. A loro, poi, si aggiungono gli squalificati Adamo, Cipolletta e Petruccelli, una formazione la comitiva degli indisponibili.

Tuttavia, cambiare modulo non sarà un problema, come affermato anche da mister Potenza in conferenza pre-gara. La squadra ci è abituata e può farlo. Servirà migliorare nei dettagli, al fine di essere più decisivi e vincere, vincere soprattutto quelle partite che si riescono a dominare e nelle quali si è all’altezza anche del più ostico degli avversari, mettendoli in difficoltà. Ci saranno opportunità anche per i nuovi arrivati, oltre che per alcuni ragazzi della Juniores in panchina. I numeri permettono (o costringono).

Gli 11 in campo dovrebbero schierarsi col 3-5-2. In porta Zinfollino. Difesa composta da Benvenga, Porcaro e Forte. A centrocampo Paparusso e Zingaro rispettivamente a destra e a sinistra del campo, con Piperis centrale, affiancato dalle mezz’ale Carrotta e Bortoletti. Il tandem d’attacco verrà composto da Siclari e Manno.

L’avversario è la Gelbison, squadra campana e prima avversariadel campionato per i biancoazzurri. All’andata finì 2 a 0 per i rossoblu, con una Fidelis ancora poco amalgamata. Gli ospiti sono al momento in 12^ posizione e a quota 20 punti, svolgono un ottima fase difensiva e sono pericolosi dai calci da fermo, con alcuni elementi di qualità e esperienza ad arricchire una formazione in media giovane.

Gli undici iniziali dovrebbero schierarsi a specchio con la Fidelis, 3-5-2. In porta D’Agostino. Difesa a tre con De Angelis, Chiochia e Romanelli. A Centrocampo Hutsol, Ullano, Esposito, Cammarota e Mejri, dietro al tandem composto da Passaro e Merkaj.

Sarà una sfida forse non bello dal punto di vista del gioco, ma che sicuramente sarà utile. Il campo farà anche del suo, non essendo in perfette condizioni.

Che la Befana della Fidelis porta i regali, che si può tornare alla vittoria, inaugurando al meglio il nuovo 2019, per di più davanti al proprio pubblico. Ci vorrà lo spirito di sacrificio di sempre, compensando le assenze e scendendo in campo con voglia e fama di risultato. Da oggi imparare un perfetto le proprie apparizioni, limando ogni dettaglio. Passo dopo passo, un passo alla settimana, rimanendo umili e concentrati sugli obiettivi stagionali.

Appuntamento quest'oggi al Degli Ulivi, ore 15.

Lascia il tuo commento
commenti