Le dichiarazioni del tecnico della Fidelis Andria in vista della gara contro il Granata

Potenza pre-Granata: «Gara e avversario da non sottovalutare»

La Fidelis sfida l'ultima in classifica per continuare a credere nei play-off: «Granata squadra arcigna»

Calcio
Andria sabato 26 gennaio 2019
di Antonio Ventola
Alessandro Potenza, tecnico Fidelis Andria
Alessandro Potenza, tecnico Fidelis Andria © Antonio Ventola/Andrialive

Con il quinto posto acquisito, seppur per differenza reti e a pari merito con il Savoia, la Fidelis Andria continua a maturare sogni in chiave play-off.

L'avversario di questo week-end è sulla carta abordabile, trattasi della Cenerentola del campionato, ma il tecnico Alessandro Potenza è chiaro nell'affermare in conferenza l'importanza di non sottovalutare il Granata: «È una partita fondamentale per il proseguo del nostro campionato, come lo sarà per loro. Ho avuto modo di vedere le loro ultime partite e hanno dimostrato di avere un piglio battagliero. Il Granata è una squadra arcigna, con giocatori veloci e pronti a metterti in difficoltà in pressione. Alcuni episodi non sono girati nella loro direzione, per questo bisogna avere molto rispetto nei loro confronti. Non dobbiamo farci cogliere impreparati e l'aspetto psicologico domani sarà il fattore più importante».

Nel 3-4-3 non sono da escludere novità sul piano degli interpreti, dato che la rosa della Fidelis si presenta con quasi tutto l'organico a disposizione: «Stiamo valutando questo aspetto, sia per una questione tattica e sia per un discorso fisico. Bozic e Iannini sono due situazioni diverse, dato che il primo ha già minuti nelle gambe, mentre il secondo rischia un calo fisiologico dopo una possibile prima apparizione. Di sicuro il campo sintetico aiuta il recupero della condizione, ma farò le dovute considerazioni con il mio staff tra oggi e domani».

Con Siclari sbloccatosi domenica scorsa, la concorrenza in attacco diventa più spietata: «Avere una rosa che ci mettesse in condizione di avere più frecce per il nostro arco era un obiettivo che ci eravamo già prefissi da fine ottobre. Siamo contenti che anche Siclari si sia sbloccato, ma avere molte scelte da compiere non la vedo come una difficoltà. Sceglierò in base alle caratteristiche che più si addicono agli avversari ed è chiaro che è sempre meglio avere questo tipo di problema, rispetto a dover far fronte ad assenze».

Match di domani, domenica 27 gennaio e valido per la 21^ giornata di campionato, è in programma a Mugnano di Napoli con inizio alle 14.30.

Lascia il tuo commento
commenti