Le dichiarazioni del tecnico della Fidelis Andria in vista della gara contro il Sorrento

Fidelis, Potenza pre-Sorrento: «Match che vale una stagione»

L'Andria può già agguantare l'obiettivo salvezza, il tecnico: «Dobbiamo entrare in campo con la bava alla bocca»

Calcio
Andria sabato 02 febbraio 2019
di Antonio Ventola
Alessandro Potenza, tecnico Fidelis Andria
Alessandro Potenza, tecnico Fidelis Andria © Antonio Ventola/Andrialive

Il 3 febbraio 2019 potrebbe essere una data cruciale nel cammino della nuova Fidelis Andria. La suqadra di mister Potenza, infatti, potrebbe già raggiungere la salvezza, obiettivo dichiarato ad inizio stagione come principale.

Non era di certo scontato tutto ciò, soprattutto per come sia stata funesta la scorsa estate calcistica andriese. Per questo, il tecnico biancazzurro vuole rimarcare l'importanza della sfida: «È una partita che vale un anno, dato che possiamo raggiungere il primo obiettivo stagionale che è la salvezza. Bisogna dare gran merito ai ragazzi che hanno dato tutto per conquistarlo e mi aspetto da loro, quindi, che dal punto di vista agonistico si entri in campo con la bava alla bocca».

Sorrento che arriva al Degli Ulivi con un volto nuovo rispetto a quello dell'andata: «Loro hanno fatto un mercato importante a dicembre, riuscendo anche ad aggiudicarsi gente di categoria superiore. Hanno cambiato anche l'allenatore e quindi si presenteranno con un modulo diverso. Sono in una posizione non ottimale in classifica e quindi verranno qui per portarsi a casa dei punti importanti. Noi riconosciamo la difficoltà del match e quindi bisognerà essere concentrati».

Mancherà Bortoletti per squalifica, ma la situazione della rosa non è più deficitaria: «È un giocatore importantissimo per noi, ma ci sono altri ragazzi che sicuramente si faranno trovare pronti per affrontare al meglio questa situazione. Stanno recuperando anche Bozic e Gregoric».

Infine un appello ai tifosi: «Penso sia importante chiamarli a raccolta. Questa è una partita che vale una stagione e se le cose dovessero andar bene, ci piacerebbe condividere questa gioia con loro».

Lascia il tuo commento
commenti