La disposizione

Fidelis Andria - Taranto si giocherà a porte chiuse, ma è pronto il reclamo

Lancio di oggetti, sputi e insulti implicanti discriminazioni per motivo di razza da parte dei tifosi biancazzurri nei confronti del direttore di gara nel match di domenica scorsa a Picerno

Calcio
Andria mercoledì 13 febbraio 2019
di La Redazione
Picerno - Fidelis Andria
Picerno - Fidelis Andria © Fidelis Andria

Il Giudice Sportivo della Lega Nazionale Dilettanti, in merito alla gara di domenica scorsa contro il Picerno, ha sanzionato la Fidelis con una multa di 2.800 euro ed ha stabilito che una gara si disputerà a porte chiuse.

Lancio di oggetti, sputi e insulti implicanti discriminazioni per motivo di razza da parte dei tifosi biancazzurri nei confronti del direttore di gara e incuranti dei richiami effettuati attraverso gli altoparlanti, questa la motivazione alla base della multa comminata alla Fidelis Andria dal Giudice Sportivo Aniello Merone.

Pertanto, il derby tra Andria e Taranto, in programma domenica prossima allo stadio "Degli Ulivi", si giocherà senza spettatori.

Intato però la Fidelis Andria ha fatto sapere che farà reclamo, dicendosi, in un comunicato stampa, «assolutamente sbigottita e sconcertata da questa sanzione e sta predisponendo tutti gli atti necessari per il reclamo al Giudice Sportivo avverso alla decisione per il tramite dell'avv. Marco Di Vincenzo».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gaetano Campanale ha scritto il 13 febbraio 2019 alle 19:56 :

    Decisione della lega vergognosa.Giusta la multa se i fatti sono quelli ma al massimo una diffida.Spero ci ripensino Ma forse si vuole favorire a tutti i costi il taranto. Forza Leoni Domenica mandiamoli a -5 Rispondi a Gaetano Campanale

  • Leonebiancazzurro ha scritto il 13 febbraio 2019 alle 12:45 :

    Ingiustizia sportiva. Calcio ammalato Rispondi a Leonebiancazzurro

    Riccardo Nanni ha scritto il 13 febbraio 2019 alle 16:59 :

    Leone , non mi pare ammalato. Se gli"" sportivi"" si sono comportati a quel modo avrei fatto pagare ai tifosi i 2500 Euro Rispondi a Riccardo Nanni