Serie D

L'ex Lattanzio condanna la Fidelis: finisce 0-1 per il Cerignola

Sconfitta per la squadra di Potenza sul campo neutro di Apricena

Calcio
Andria domenica 03 marzo 2019
di La Redazione
Fidelis - Cerignola
Fidelis - Cerignola © Fidelis Andria

In un clima surreale, la Fidelis cede il passo al Cerignola sul campo neutro e a porte chiuse di Apricena. Un goal dell'andriese ed ex Lattanzio ad inizio gara decide una sfida tutto sommato combattuta ma giocata meglio dalla squadra foggiana.

Potenza schiera i suoi con il solito 3-4-3, con Benvenga a sostituire Paparusso. Bitetto, invece, dispone i suoi con il 4-4-2 avente il tandem offensivo Foggia-Lattanzio.

La prima occasione della sfida è di stampo andriese e arriva al 4': Benvenga va via sulla sinistra, serve a limite Bortoletti il quale tenta la conclusione che si sfiora la traversa e si spegne sul fondo. Ma il Cerignola non si fa intimorire e prima spaventa gli azzurri con Foggia al 6', poi all'11' li trafigge: Forte sbaglia un disimpegno semplice e favorisce Lattanzio che tutto solo si invola verso Addario, battendolo con freddezza. L'Andria trova la reazione solo al 28' con un tiro dal limite di Varriale che lambisce il palo e finisce sul fondo. Pochi minuti dopo è ancora il Cerignola a rendersi pericoloso: gran guizzo di Loiodice che imbecca Lattanzio tutto solo in area, ma questa volta l'attaccante non riesce a metterla dentro. L'ultimo sussulto della prima frazione è però andriese: sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Benvenga stacca sopra tutti, ma la sfera viene spazzata via sulla linea da un difensore del Cerignola.

Potenza ad inizio ripresa tenta di dare la scossa ai suoi con i cambi: fuori Forte e Iannini, dentro Bozic e Paparusso. Ma è Petruccelli a rendersi pericoloso al 49' con un tiro da fuori che però si spegne sul fondo. Al 21', però, il Cerignola sfiora il raddoppio: ad inventare è ancora Loiodice, il quale serve ancora Lattanzio, ma l'andriese di nascita si gira, colpisce al volo, ma spara alto di poco. Il match si addormenta, i tecnici mettono in atto la solita sfida a scacchi tra campo e panchina e l'ultima grande occasione arriva al 83': Varriale va via a due avversari da destra, vince un ulteriore rimpallo, si porta davanti ad Abagnale, ma non riesce a trafiggerlo mettendo il tiro fuori. L'Andria non riesce più a produrre e dopo 5 minuti di recupero finisce la sfida.

L'Andria mantiene il quinto posto a +1 dall'Altamura e a -1 dal Bitonto. Proprio quest'ultimo sarà il prossimo avversario della Fidelis Andria, che affronterà la trasferta barese il 17 marzo. Il Cerignola invece risponde alla vittoria del Picerno e rimane a -1 dagli stessi.


TABELLINO

FIDELIS ANDRIA – CERIGNOLA 0-1

FIDELIS ANDRIA (3-4-3): Addario; Gregoric, Cipolletta, Forte; Zingaro, Petruccelli, Iannini, Benvenga; Bortoletti, Cristaldi, Varriale.
A disposizione: Zinfollino, Piperis, Porcaro, Manno, Carrotta, Paparusso, Bozic, Siclari.
Allenatore: Potenza.

CERIGNOLA (4-4-2): Abagnale; Tedone, Abruzzese, Allegrini, Ingrosso; Longo, Amabile, Vitofrancesco, Loiodice; Foggia, Lattanzio.
A disposizione: Cappa, Russo, De Cristofaro, Cascione, Carannante, Esposito, Nadarevic, Marotta, Matere.
Allenatore: Bitetto.

RETI: 11' Lattanzio (CE)

ARBITRO: Giaccaglia di Iesi.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti