Prima edizione al Palasport

“1°Trofeo della Solidarietà”, tra sport e beneficenza, è spettacolo al Palasport

Quadrangolare di calcio a 5 fra 4 istituti superiori andriesi, il ricavato donato al comitato cittadino della Croce Rossa

Calcio
Andria venerdì 17 maggio 2019
di Riccardo Alicino
Festeggia il
Festeggia il "Carafa" al termine del quadrangolare © Riccardo Alicino\Andrialive

È andata in scena questa mattina la prima edizione del “Trofeo della Solidarietà”, promosso dall’ Itis “Iannuzzi” di Andria, con la partecipazione del Liceo Classico “C. Troya”, del Liceo Scientifico “Riccardo Nuzzi” e dell’ItesLes “Carafa”, le cui compagini sono state accompagnate dai rispettivi docenti di attività motorie (Cipri, De Leonardis, Caldarola, Ventura).

Sensibilizzare i giovani, gli studenti a contribuire generosamente alle cause altrui, mettendosi in gioco per gli altri, questa l’ottima idea di partenza degli organizzatori, il risultato è stato un vero spettacolo sugli spalti e in campo, con circa 3000 studenti giunti a gremire il Palasport ed il fattore solidarietà in primo piano.

Due partite iniziali da 30 minuti ciascuna, più una finale da 40 minuti. Ad affrontarsi al primo turno sono stati il Liceo Classico e lo Scientifico, partita equilibrata nella prima frazione (1-1), con il Nuzzi che nel secondo tempo sfrutta un infortunio del portiere avversario e si porta avanti, riuscendo a siglare non molto più tardi anche la terza rete. 3 a 1 il risultato finale.

Decisamente più avvincente e ricca di emozioni è stata poi la seconda sfida, gara nella quale si sono incontrati i due istituti tecnici presenti. Anche in questo caso, il tutto si è deciso nella seconda frazione, con un dilagante 5-2 per i ragazzi della più comune “Ragioneria”.

La finale ha poi visto scendere in campo il ‘Nuzzi’ e l’’Ettore Carafa’. Altresì nel match conclusivo si è assistiti ad una gara ricca di trepidazioni da ambo le parti, soprattutto per ciò che attinge il primo tempo. Nella seconda parte del match l’Ites riesce ad incidere maggiormente, terminando la gara con uno straripante 7-4.

Tripudio in campo e premiazione per i ragazzi del “Carafa”, ma la vera vittoria avviene più tardi. Organizzatori, ragazzi e rappresentanti della Croce Rossa assieme per condividere la generosa donazione proveniente dai quattro istituti partecipanti, una modica cifra devoluta al comitato cittadino dell'associazione volontaria di soccorso ed assistenza.

Altro spettacolo di cui gli adolescenti andriesi posson andar fieri. Attaccamento alla propria maglia durante la gara, sostegno dagli spalti e preziosa beneficenza e solidarietà a chi si spende quotidianamente per la salute di ognuno.

Lascia il tuo commento
commenti