Serata di presentazioni in casa Fidelis

Fidelis, al via l’era Favarin 3.0. Presentata ieri anche la campagna abbonamenti

Da Potenza a Favarin, passando per la campagna abbonamenti. Ieri serata di presentazioni presso il centro “Quarto di Palo” di Andria

Calcio
Andria mercoledì 10 luglio 2019
di Riccardo Alicino
Serata di presentazioni e ufficialità in casa Fidelis
Serata di presentazioni e ufficialità in casa Fidelis © Riccardo Alicino/Andrialive

9 Luglio 2019, Presidio di riabilitazione “Quarto di Palo” di Andria, ore 18.30. Prende il via l’era Favarin 3.0, la terza esperienza in terra federiciana del tecnico toscano, con lui il fedelissimo allenatore in seconda Langella, oltre all’intera dirigenza della Fidelis Andria, pronta e determinata a superare il fulmine a ciel sereno dell’addio di Alessandro Potenza e concentrata sugli obbiettivi futuri, a partire dalla campagna abbonamenti, le cui formule di sottoscrizione e le novità sono state rese note proprio nella serata di ieri.

Una dirigenza che si augura di poter puntare maggiormente sul sostegno della piazza, che si parli di sponsorizzazioni o, appunto, di abbonamenti stagionali, la prima modalità di dimostrazione di fedeltà alle cause biancoazzurre, alla squadra della propria città. A cui molti si sentono legati e appartenenti.

Chi si sente molto legato alla piazza biancoazzurra è proprio il neo tecnico Giancarlo Favarin, citato subito in apertura di articolo. Un ritorno alla corte federiciana, come ben si sa, dopo la promozione in C di quattro anni fa e la salvezza raggiunta nella seconda stagione targata Paolo Montemurro. Nessuna esitazione per lui nell’accettare la chiamata del ds. De Santis. Favarin arriva ad Andria con grande entusiasmo e voglia di fare, col desiderio di proseguire il buon percorso attuato dal suo predecessore l’anno scorso, nella speranza di realizzare un campionato all’altezza della piazza andriese, senza proclami, ma con tanto lavoro e qualche sogno nel cassetto.

Visto il cambio tecnico sulla panchina federiciana, novità potrebbero esserci anche sul fronte mercato nei prossimi giorni. La società, tuttavia, ha fatto sapere che non ci saranno grosse variazioni a livello di organico rispetto alla rosa allestita fino ad ora con mister Potenza. Si valuta Cristaldi, nulla da fare, invece, per Ivan Bozic, con il quale verranno prese strade diverse. Attenzioni da altre società riguardano Mirko Bortoletti e Ciro Cipolletta, da monitorare attentamente, per il primo c’è da tempo la Pistoiese in agguato.

L’occasione di ieri è stata propizia per rendere noti gli ultimi tre acquisti, ufficializzati in mattinata:Palazzo, Montemurro ed Aprile.

QUESTIONE POTENZA.

Sulla questione Potenza, secca risposta della dirigenza ad una nostra domanda che ha cercato di far chiarezza sulla vicenda, dal momento che il divorzio è accaduto senza dichiarazioni di rilievo, a parte qualche parola di circostanza a qualche testata locale. Il tecnico di Apricena non ha voluto rifiutare l’offerta cerignolana. ‘E che non se ne parli più’(cit.)

A riguardo sembra sia andata sul serio in questo modo. Principalmente Potenza ha colto a pieno anche alcune diverse vedute con la direzione sportiva della società, cogliendo la palla al balzo e scegliendo la C, con qualche soldino in più a far comodo. Giusto per esser chiari.

Nella serata di ieri non si è voluto parlar molto dell’aspetto riguardante l’addio del tecnico, ma ci sembrava rispettoso capirne di più, per quelle che sono le vere richieste dei lettori e dei supporters bianco-azzurri più in generale, senza banalità di alcun tipo.

CAMPAGNA ABBONAMENTI

Nuovi slogan per una nuova annata, potremmo dire. La Fidelis ha puntato molto su giochi di parole e fraintendimenti, risaltando il brand Fidelis e annunciando in tal modo lo slogan “non posso stare senza Fidelis”, con un nuovo hashtag per i social media, “#amoresenzafine”.

Confermati i prezzi dello scorso anno, con delle agevolazioni per chi ha già sostenuto la Fidelis nella scorsa stagione.

Il ritiro estivo partirà con qualche giorno di ritardo, intorno al 18 di Luglio, ma sempre in quel di Alfedena.

Lascia il tuo commento
commenti