L'aggiornamento

Raffaele Quaranta riparte dalla "sua" Andria per «tracciare il futuro» della Virtus

Nella serata di ieri la presentazione ufficiale presso il centro sportivo Lamapaola

Calcio
Andria martedì 30 giugno 2020
di Riccardo Alicino
Raffaele Quaranta riparte dalla
Raffaele Quaranta riparte dalla "sua" Andria per «tracciare il futuro» della Virtus» © n.c.

7 stagioni, oltre 200 presenze con la maglia della Fidelis, due promozioni e tre campionati di B. Capitano silenzioso, tutto umiltà, lavoro e dedizione, di cui si ricordano, senz’ombra di dubbio, le velenose bordate dalla lunga distanza che tanto hanno fatto sognare i seguaci del leone negli anni d’oro del calcio federiciano. Riparte dalla ‘sua’ Andria Raffaele Quaranta, lo fa sposando il progetto Virtus, nel quale sarà Direttore dell’Area Tecnica e, nello specifico, coordinatore del settore giovanile e della scuola calcio.

Ieri pomeriggio, presso il centro sportivo Lamapaola, la presentazione ufficiale di Quaranta e dello staff della scuola calcio, alla presenza anche del Presidente della LND Puglia Vito Tisci e dell’ex compagno di squadra ai tempi della Fidelis, Fernando Argentieri.

«Tornare ad Andria è sempre un grande piacere e mi dona emozioni uniche -ammette Quaranta-. Farlo, poi, guidando un progetto calcio improntato sui giovani come quello della Virtus è ciò che ho sempre desiderato. Sono stati 7 anni bellissimi da calciatore e il legame con la città non si è mai interrotto. Poter tornare qui è stato un fattore determinante nello spingermi ad accettare questa offerta. Non ho esitato a dire “no”, la Virtus quest’anno ha voglia di fare qualcosa di diverso e ambizioso».

Appesi gli scarpini al chiodo, Quaranta si è fin da subito dedicato alla valorizzazione tecnica e alla crescita socio-educativa delle giovani promesse del mondo del calcio, collaborando con gli Inter Campus le Inter Academy, in Cina, in America e, negli ultimi quattro anni, in Slovacchia: «I quasi 20 anni di esperienza con l’Inter saranno molto utili, ho seguito la loro metodologia esportandola all’estero. Ne farò sicuramente tesoro in vista del mio lavoro con i ragazzi andriesi».

Non nasconde entusiasmo ed emozione anche il presidente del sodalizio federiciano Marian Gecaleanu, che annuncia altresì il nuovo Summer Camp Virtus: «Si riparte con tanto entusiasmo e un progetto nuovo, alla Virtus è giunta una bandiera del calcio andriese. Mi auguro che Raffaele porti tanta professionalità, ha giocato a calcio ad un livello importante ed ha già accumulato esperienze prolifiche con i più giovani, collaborando con uno dei club più importanti d’Italia. Il Summer Camp sarà dedicato ai bambini e ragazzi andriesi dai 5 ai 16 anni e si svolgerà per quasi tutto il mese di Luglio, con un programma già ben stilato. Stiamo crescendo molto e ciò non può che rendermi orgoglioso».

«La nostra cultura sportiva deve prevedere la promozione delle attività giovanili -commenta, invece, Vito Tisci, pres. LND Puglia-. I giovani rappresentano il futuro. In Puglia negli ultimi anni siamo cresciuti moltissimo a livello di tesserati, di società, di qualità. La prossima stagione prevedrà una riforma epocale, deliberata dal Consiglio Direttivo del 23 giugno. Cambierà il format dei campionati di vertice under 17 e under 15, per esporre meno ai ragazzi ad un eccessivo spirito agonistico e di competizione che, a certe età, -conclude Tisci- non fa propriamente bene».

Lascia il tuo commento
commenti