L’incontro, venerdì 13 gennaio presso il  Chiostro San Francesco alle ore 17,00

Lotta al caporalato, nuove misure contro il lavoro nero in agricoltura

Pelagio, segretario generale Flai Cgil Bat: «Una nuova legge può essere una grande opportunità per le aziende»

Attualità
Andria mercoledì 11 gennaio 2017
di LA REDAZIONE
Caporalato
Caporalato © n.c.

Lotta al caporalato: le nuove misure contro il lavoro nero in agricoltura. “Un patto per la legalità per valorizzare la qualità del lavoro e dell’impresa” sarà il tema al centro di una tavola rotonda organizzata e voluta dalla Flai Cgil Bat, patrocinata dalla Provincia Bat e dalla Città di Andria, per la diffusione e la conoscenza tra gli addetti della recente Legge n. 199 del 29 ottobre 2016, entrata in vigore il 4 novembre 2016, al fine di dare un concreto via libera all'applicazione della normativa per favorire la cultura della legalità, il rispetto dei diritti contrattuali e costruire un percorso tra le parti sociali sul tema.

La legge, n. 199 del 29 ottobre 2016, entrata in vigore il 4 novembre 2016, prevede un inasprimento delle pene e l’intensificazione dei controlli. Viene punita anche l’intermediazione illecita di manodopera con finalità di sfruttamento dei lavoratori. Delle principali misure introdotte e di tutte le novità in campo si parlerà venerdì 13 gennaio alle ore 17,00 nel Chiostro di San Francesco ad Andria.

I lavori presieduti dal segretario generale Flai Cgil Puglia, Antonio Gagliardi, dopo il saluto del sindaco Nicola Giorgino saranno introdotti dalla relazione del segretario generale Flai Cgil Bat, Felice Pelagio. Alla discussione nella tavola rotonda parteciperanno il direttore Interregionale del Lavoro, Renato Pingue, il direttore Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti, il segretario generale Cgil Bat, Giuseppe Deleonardis, il responsabile dell’Unità Organizzativa Vigilanza Ispettiva, Santa Lasala, il componente XIII Commissione Parlamentare Agricoltura, Colomba Mongiello. A concludere l’incontro sarà Giovanni Mininni, segretario Flai Cgil Nazionale. Gli interventi saranno coordinati dalla giornalista Floriana Tolve.

«Abbiamo fortemente voluto questa legge noi della Flai così come la Cgil confederale perché è necessario dare tutele e garantire i diritti negati ai lavoratori. Ci siamo sempre battuti – spiega il segretario generale della Flai Cgil Bat, Felice Pelagio – contro lavoro nero ed irregolarità. Non potevamo rimanere inermi di fronte alle tante violazioni che ormai sono parte integrante di un sistema diventando in alcuni casi persino un’abitudine. La legge approvata può essere una grande opportunità per le aziende agricole ed ortofrutticole di qualità al fine di rimettere al centro lo sviluppo della cultura della trasparenza attraverso il consolidamento delle nostre produzioni locali considerato che già  molte di queste sono riconosciute dal marchio Dop, Igp e Igt territoriali: si rafforza in tal modo il binomio produzioni di qualità e qualità del lavoro dando centralità al contratto - conclude Pelagio -».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • riccardo livorno ha scritto il 11 gennaio 2017 alle 12:37 :

    La solita storia,loro nei macchinoni e I loro operai sottopagati...ed non solo l,agricoltura...controlli nei settore edile,ristorazione...la triste realta e I controlli sono inesistenti... Rispondi a riccardo livorno