Oggi la cerimonia

La fondazione Porta Sant'Andrea consegna un defibrillatore alla “Imbriani-Salvemini”

Sabino Zinni: «Di fronte a me ho un pubblico di piccoli alunni delle elementari, e sapere che con questo gesto contribuiamo alla loro sicurezza, è un pensiero che mi dà serenità»

Attualità
Andria giovedì 12 ottobre 2017
di La Redazione
La fondazione Porta Sant'Andrea consegna un defibrillatore alla “Imbriani-Salvemini”
La fondazione Porta Sant'Andrea consegna un defibrillatore alla “Imbriani-Salvemini” © n.c.

Una promessa che trova oggi compimento, perché salvare una vita è possibile, grazie alla disponibilità e al corretto utilizzo di un defibrillatore. Per questa ragione la Fondazione Porta Sant’Andrea sostiene il progetto BLSD e prosegue nel suo intento di dotare ogni quartiere di Andria, a cominciare da quelli periferici, di un defibrillatore.

Oggi è avvenuta la consegna di un defibrillatore alla comunità scolastica dell’Istituto “Salvemini-Imbriani”, nel quartiere di San Valentino. Ospite d’onore della cerimonia di consegna è stato sua Ecc.za Mons. Luigi Mansi, vescovo di Andria.

Sono intervenuti il consigliere regionale Sabino Zinni, presidente emerito della Fondazione Porta Sant’Andrea; don Giuseppe Zingaro, parroco della parrocchia San Riccardo; il dott. Enrico Piccinelli, vincitore della borsa di studio “dott. Marano”, premio che lo stesso dott. Piccinelli ha voluto devolvere per finanziare la donazione del defibrillatore; il dott. Sabino Figliolia, presidente della Fondazione Porta Sant’Andrea, che illustrerà il progetto BLSO che la medesima Fondazione sta sostenendo e la dott.ssa Rosanna Palmulli, dirigente scolastico dell’Istituto “Salvemini-Imbriani”.

Un grande gesto e significativo per una comunità spesso trascurata da altre istituzioni: «Siamo riusciti a farlo - ha dichiarato Sabino Zinni - grazie alla grande generositá del dott. Enrico Piccinelli, che ha devoluto il ricavato della borsa di studio "G. Marano" attribuitagli dalla Fondazione, per questo progetto.

Di fronte a me ho un pubblico di piccoli alunni delle elementari, e sapere che con questo gesto contribuiamo alla loro sicurezza, è un pensiero che mi dà serenità e spero mi accompagni per tutta la giornata».

Il dott. Michele Cannone ha poi spiegato a piccoli e grandi quanto sia importante la prevenzione in campo cardiologico con una relazione dal titolo “L’utilità del defibrillatore nella prevenzione della morte improvvisa”.

A conclusione della cerimonia, i piccoli alunni del coro della scuola "Imbriani-Salvemini" hanno salutato tutti i presenti.

Lascia il tuo commento
commenti