Il resoconto

Solidarietà per Gabriele, raccolti oltre 2000 euro con il concerto benefico della Croce Rossa

Il padre del bambino affetto da Distrofia muscolare di Duchenne: «Voglio lanciare un messaggio di speranza e fede: noi abbiamo scelto la vita, anche se sapevamo già che Gabriele avrebbe avuto questa malattia»

Attualità
Andria martedì 14 novembre 2017
di Lucia M. M. Olivieri
Solidarietà per Gabriele, raccolti oltre 2000 euro con il concerto benefico della Croce Rossa
Solidarietà per Gabriele, raccolti oltre 2000 euro con il concerto benefico della Croce Rossa © AndriaLive

Davvero un successo sotto tanti punti di vista: di emozioni, di solidarietà e di pubblico. Parliamo dell’evento benefico all’insegna della musica e dell’allegria, organizzato dai Volontari della Croce Rossa Italiana di Andria, il concerto dei Vasconnessi, una delle più celebri cover band del grande Vasco Rossi, che hanno inondato di ottima musica il Palasport di Andria per un motivo davvero nobile.

La manifestazione è infatti nata per ricordare un volontario speciale, Paolo Leonetti, venuto a mancare un anno fa per una malattia fulminante: il ricavato della serata, di oltre 2000 euro, è stato destinato a sostenere una causa altrettanto speciale.

«Aiuteremo la famiglia di Gabriele - dichiara il Vicepresidente del Comitato della Croce Rossa locale -, un bambino andriese affetto da una malattia rara e ancora senza cura, la Distrofia muscolare di Duchenne, che porta a degenerazione del tessuto muscolare e quindi alla progressiva perdita di forza e riduzione delle abilità motorie. La famiglia di questo bimbo sta attraversando un momento di grave difficoltà, psicologica ed economica, e ci siamo mobilitati per sostenere almeno le spese di viaggio che settimanalmente affrontano per recarsi a Roma e sottoporlo a una cura sperimentale ».

I fondi serviranno dunque a coprire le spese di viaggio per questa famiglia: il protocollo sperimentale di cura prevede che per 96 settimane il bambino si rechi presso il Policlinico “Gemelli” di Roma e sia sottoposto alla somministrazione di un farmaco sperimentale, frutto di una ricerca coordinata da Telethon e condotta dal prof. Eugenio Mercuri, un luminare nell’ambito delle malattie neuromuscolari congenite.

«Voglio lanciare un messaggio di speranza e fede - ha detto Saverio, il papà di Gabriele, visibilmente emozionato sul palco -: noi abbiamo scelto la vita, anche se sapevamo già che Gabriele avrebbe avuto questa malattia mentre era nel grembo di mia moglie. Nonostante la prognosi sfavorevole, Gabriele è qui con noi: inoltre sembra che la cura sperimentale presso il Policlinico “Gemelli” stia dando buoni risultati e la ricerca fa passi da gigante ogni giorno. Abbiate fede e non perdete mai la speranza: l’aiuto giunge sempre, anche quando sembra che tutto crolli intorno a te. Un ringraziamento speciale voglio dedicarlo proprio alla famiglia di Paolo Leonetti e a tutti i Volontari della Croce Rossa: loro sono la dimostrazione che c’è un cuore grande che pulsa nella nostra città».

Intervenute anche l’Assessore Paola Albo, che ha sottolineato «il ruolo fondamentale svolto dai Volontari della Croce Rossa nel nostro tessuto sociale, con un servizio basato sui principi di umanità e abnegazione nel servizio al prossimo» e la Presidente del Consiglio Comunale Laura Di Pilato, che ha invitato tutti i presenti a «vigilare sui bambini, il nostro bene più prezioso, e a non perdere mai la speranza come ci insegna la famiglia di Gabriele».

Lascia il tuo commento
commenti