Il resoconto

Una passione sempre viva, successo per "Dance with you" in ricordo di Alessandra Bianchino

Ai ragazzi della scuola di danza Sipario va il contest in onore di una delle 23 vittime di quel tragico 12 luglio

Cultura
Andria lunedì 06 novembre 2017
di Sabino Liso
Dance with you
Dance with you © AndriaLive

Un successo di pubblico e di critica per il progetto finalizzato a valorizzare i giovani talenti della nostra terra nel campo della danza, una delle tante passioni di Alessandra Bianchino (una delle 23 vittime dell’incidente ferroviario tra Andria e Corato avvenuto il 12 luglio 2016). Una ragazza speciale, solare, allegra, il cui sorriso contagioso ha rivissuto nella memoria di tanti, amici e ballerini, che sabato si sono riuniti soprattutto per celebrarne il ricordo.

Questa edizione del contest "Dance with you" è stata aggiudicata ai ragazzi della scuola di danza Sipario: gli 8 ballerini hanno ricevuto rispettivamente 150,00 euro da investire nella danza. Tale somma è stata messa a disposizione dalla famiglia Bianchino.

Otto sono state invece le borse di studio assegnate da due dei quattro giudici di gara. Sara Grandi per la categoria Hip Hop e Jessica Di Maio per la categoria classico e contemporaneo hanno attribuito le borse di studio a giovani talentuosi che potranno frequentare scuole di specializzazione a Bologna e a Siracusa.

La serata è stata presentata da Vincenzo Carbutti e Serena Inchingolo: «Due ore e mezzo di spettacolo nello spettacolo - commenta Vincenzo Carbutti -. Le diverse specialità di danza hanno coinvolto, in maniera trasversale, tutti i presenti e i momenti di videoproiezione dedicati ad Alessandra hanno raccontato di una poliedrica e solare ragazza con la passione per la danza».

Tra i presenti anche il Sindaco Giorgino e l'assessore Del Giudice che si sono complimentati per la buona riuscita dell'evento.

La finalità dell'iniziativa è stata ampiamente raggiunta. Cala il sipario su questa prima edizione con la speranza di poter, in futuro, dare un più ampio respiro al contest e magari renderlo un appuntamento fisso nel panorama culturale ed artistico della città federiciana.


Lascia il tuo commento
commenti