L'iniziativa al Colasanto di Andria

​“Mai più sola”, insieme contro la violenza di genere

Un evento finalizzato a sensibilizzare gli alunni al tema affrontato sotto diversi aspetti grazie al contributo di psicologi ed esperti provenienti dalle istituzioni o dal volontariato

Cultura
Andria sabato 03 marzo 2018
di La Redazione
​“Mai più sola”, insieme contro la violenza di genere
​“Mai più sola”, insieme contro la violenza di genere © n.c.

Si è tenuto il 28 febbraio scorso, nell’Auditorium dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Giuseppe Colasanto” di Andria, l'evento “Mai più sola” dedicato alla violenza di genere, promosso nell’ambito del Progetto “Educazione alla legalità” dalla Referente, prof.ssa Rita Rossodivita, coadiuvata egregiamente dalla prof.ssa Elena Giorgio, che si occupa della rivitalizzazione delle Assemblee, e dai rappresentanti studenteschi di Istituto, che hanno lavorato con grande entusiasmo all'organizzazione dell’iniziativa.

Questo momento di riflessione e dibattito si inserisce a pieno titolo nel programma “Insieme”, organizzato dall’Assessorato all’Equità sociale del Comune di Andria, che si è articolato in diversi incontri tematici svoltisi presso l’Officina San Domenico nel periodo novembre-gennaio, ai quali hanno partecipato attivamente anche docenti e alunne del “Colasanto”. Scopo della manifestazione era, nelle intenzioni degli organizzatori, sensibilizzare gli alunni a questa tematica, che è stata affrontata da angolazioni diverse, grazie al contributo di psicologi ed esperti provenienti dalle istituzioni o dal volontariato. Dopo l’introduzione del Dirigente Scolastico, Prof. Cosimo Antonino Strazzeri, che ha evidenziato, con un breve excursus storico, le grandi conquiste ottenute dal movimento delle donne nel corso di un secolo di lotte, dalle suffragette ai movimenti femministi degli anni Settanta-Ottanta del Novecento, è intervenuta l’Assessore Francesca Magliano, che si è soffermata principalmente sugli aspetti sociali del fenomeno della violenza di genere, ribadendo la necessità che le istituzioni, in primis l’amministrazione comunale, siano vicine alle donne che subiscono qualsiasi tipo di violenza, sia fisica che morale.

Alle conseguenze psicologiche della violenza è stato dedicato l’intervento della prof.ssa Porzia Quagliarella, Psicologa e Teologa, che ha spiegato come la possessività di certi uomini, a torto giustificata come una forma di amore, possa assumere sin dall’adolescenza aspetti ossessivi e parossistici, i quali rappresentano in un certo senso il preludio di un dominio che aspira a divenire totale nell’età adulta, condizionando pesantemente la vita delle loro compagne. Agli aspetti squisitamente giuridici è stato dedicato l’intervento del Dirigente del Commissariato di Andria, dott. Leonida Marseglia, che ha messo in risalto l’evoluzione della legislazione su questa materia dagli anni Settanta del Novecento a oggi, rilevando l’importanza di prestare assistenza non solo alle vittime delle violenze, ma anche a coloro che se ne sono resi colpevoli, giacché presentano complesse e gravi problematiche di carattere psicologico e sociale, occupandosi della prevenzione, prima ancora che della repressione. Dopo l’intervento del Sovrintendente Capo di Polizia, dott.ssa Giusy Pecoraro, è stata la volta di due rappresentanti del Centro Antiviolenza di Andria, la dott.ssa Riccarda Sinisi e la dott.ssa Antonella Marzano, che hanno focalizzato l’attenzione sulle modalità con cui questa associazione presta aiuto alle donne vittime di violenza, raccontando alcuni episodi in merito. Tra un intervento e l’altro, alcune alunne e il Coro del Colasanto, magistralmente diretti dalla prof.ssa Annamaria Montagna, hanno interpretato egregiamente delle canzoni aventi come tema l’identità femminile. In conclusione, la dott.ssa Sara Matarrese, Psicologa, ha interpretato con grande sensibilità e partecipazione emotiva il monologo “Lo Stupro”, di Franca Rame, che è stato seguito dall’uditorio con un commosso silenzio. Dopo la lettura di alcuni testi poetici da parte di alunni e alunne, il Dirigente Scolastico ha ringraziato gli ospiti intervenuti e chi ha partecipato all’organizzazione dell’evento, dando la parola, per le conclusioni, all’Assessore Francesca Magliano che si è congratulata per la profondità e professionalità degli interventi, ma soprattutto ha voluto porre l’accento sulla capacità delle situazioni presentate di suscitare in lei emozioni autentiche e profonde. Così si chiude una bellissima giornata di scuola e di vita.

Lascia il tuo commento
commenti