Canone in bolletta, tutto quello che c’è da sapere

Le novità

Laura Maria Pia Tota Note su "I diritti di noi tutti"
Andria - venerdì 13 maggio 2016
©

Come annunciato, nel 2016 il canone annuo ordinario è stato ridotto a 100 euro e da luglio 2016 verrà addebitato nella fattura di fornitura di energia elettrica.

Dunque addio bollettino: in ogni fattura sono addebitate le rate mensili scadute; l’importo annuo del canone è suddiviso in dieci rate (da gennaio a ottobre). Restano, però, da chiarire diverse questioni “operative” che verranno precisate dal decreto attuativo in fase di ultimazione.
Intanto, queste gli aspetti essenziali:

Chi deve pagare il canone
Il pagamento del canone è dovuto da chiunque detenga un apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle trasmissioni televisive, indipendentemente dal loro utilizzo.
Dal 1 gennaio 2016, la detenzione di un apparecchio si presume nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo della residenza anagrafica.

Presentazione delle autocertificazioni
Con il Provvedimento del 24 marzo 2016 (Pubblicato il 24/03/2016) l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un modello e delle istruzioni per la compilazione delle autocertificazioni necessarie a dichiarare il non possesso del televisore o l’addebito del canone a un altro membro del nucleo famigliare. Chi compila e invia il modulo si assume la responsabilità, anche penale, delle proprie affermazioni in caso di mendacio. La dichiarazione ha validità per l’anno in cui è presentata.
Non sono state ancora chiarite altri aspetti importanti, come ad esempio l’invio della richiesta di esenzione per gli aventi diritto [si veda Esenzioni e Sanzioni].

Entro quale termine si possono presentare le autocertificazioni
Per il 2016 c’è tempo fino al 16 maggio.
Dal 2017 scadrà a gennaio: la dichiarazione di non possesso della tv dovrà essere presentata a partire dal 1° luglio dell’anno precedente ed entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento stesso. Ad esempio, per avere effetto per l’intero canone dovuto per il 2017, la dichiarazione sostitutiva di non detenzione deve essere presentata dal 1° luglio 2016 al 31 gennaio 2017.

Come si possono inviare le autocertificazioni
In via telematica (disponibile dal 4 aprile) la dichiarazione sostitutiva può essere presentata:
• Direttamente dal contribuente o dall’erede mediante una specifica applicazione web disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall’Agenzia delle entrate;
• Avvalendosi di un intermediario abilitato ai sensi dell’articolo 3, comma 3, del D.P.R. n. 322/1998.
La dichiarazione si considera presentata nella data risultante dalla ricevuta rilasciata in via telematica dall’Agenzia delle entrate.
Se non è possibile la trasmissione telematica, la dichiarazione sostitutiva può anche essere spedita (allegando copia di un documento d’identità valido) a mezzo del servizio postale in plico raccomandato senza busta al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino.
La dichiarazione si considera presentata nella data di spedizione risultante dal timbro postale.

La bolletta
Da luglio 2016 verrà addebitato il canone nella fattura di fornitura di energia elettrica, con una dicitura ben distinta. In ogni fattura sono addebitate le rate mensili scadute; l’importo annuo del canone è suddiviso in dieci rate (da gennaio a ottobre). La prima rata dovrebbe essere di circa 60 euro.

Le esenzioni
Chi non ha un apparecchio tv, come detto, è esonerato dal pagamento ma ci sono altri casi in cui è possibile non pagare.
Chi è esente dal pagamento del canone pur possedendo una tv?
Possono non pagare il canone gli ultra 75enni che hanno un reddito con un reddito annuo non superiore a 6.713 euro. L’esenzione non avviene in via automatica ma occorre comunicare la richiesta all’Agenzia delle Entrate compilando entro il 30 aprile il Modello esenzione disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Per coloro che intendono, invece, beneficiare per la prima volta dell’esenzione a partire dal secondo semestre, la scadenza è fissata al 31 luglio.

Per ulteriori approfondimenti, si possono visitare i seguenti siti:
- canone.rai.it, oppure il numero verde 800.93.83.62 (lun – sab dalle 9 alle 21);
- prontolarai.it per fissare un appuntamento telefonico;
- agenziaentrate.gov.it.
Sul sito www.confconsumatori.it sono disponibili ulteriori informazioni.
È possibile contattare l’Associazione per chiarimenti al n. 324-9913773 o recarsi, previo appuntamento, presso la sede di Andria alla via G. Poli 126.

Altri articoli
Gli articoli più letti