​Uso del cellulare al volante: sospensione della patente fino a 3 mesi

Un messaggio alla guida può costare la sospensione immediata della patente

Berardino Marilena Il consumatore tutelato ed informato
Andria - venerdì 28 aprile 2017
© n.c.

Linea dura dell’esecutivo sull’utilizzo del telefono alla guida, secondo il viceministro dei Trasporti Nencini: parlare al telefono o mandare un messaggio mentre si è in auto o mentre si attende il verde al semaforo potrà costare la sospensione della patente da 1 a 3 mesi.

La riforma del Codice della Strada, che con molta probabilità troverà attuazione già dal mese di maggio, determina così un sensibile inasprimento delle pene per l’inosservanza delle norme che regolano la circolazione dei veicoli su strada

La normativa attualmente vigente, infatti, prevede l’applicazione di una sanzione pecuniaria da euro 160 ad euro 646, ridotta ad euro 112 se la stessa è pagata entro 5 giorni, oltre alla decurtazione di 5 punti dalla patente, per chi venisse colto con il cellulare in mano mentre guida. La sospensione della patente, invece, interviene come sanzione amministrativa accessoria, laddove il soggetto compia una ulteriore violazione nel corso di un biennio.

Una riforma necessaria, secondo la nostra associazione, soprattutto in ragione dell’aumento esponenziale degli incidenti provocati dall’uso del cellulare alla guida negli ultimi anni.

La combinazione tra alta velocità e guida distratta dal telefono, infatti, secondo il ministro Graziano Delrio, è nell’ottanta percento dei casi la ragione di gravi incidenti stradali, spesso mortali.

Ed è proprio la drammaticità di tale dato, e la necessità di arginare siffatto fenomeno, ad aver portato il Governo ad intervenire in tempi estremamente brevi, attraverso la legislazione di urgenza, aggravando il comparto sanzionatorio attualmente vigente, nell’intento di favorire un uso responsabile del telefono.

Altri articoli
Gli articoli più letti