Sintesi e tabellino del match

Siracusa - Fidelis 0-0: questa volta l'Andria tiene botta; buon punto conquistato al De Simone

Un palo per parte, un primo tempo divertente, ma seconda frazione per gran parte soporifera.

Calcio
Andria martedì 26 settembre 2017
di Antonio Ventola
Tifosi della Fidelis a Siracusa
Tifosi della Fidelis a Siracusa © Fidelis Andria

La rete del Massimino si sta ancora sgonfiando dopo la rete di Lodi, ma la Fidelis non ha tempo per starci a pensare: è già tempo di campionato, di vincere. Cambia scenario, ma la terra e l'origine dell'aversario sono li stessi di tre giorni fa. Il Siracusa di Bianco è in un momento esaltante: 3 vittorie (consecutive) e 1 sola sconfitta contro il quotato Trapani. Un altro successo permetterebbe ai siciliani di raggiungere addirittura il 2° posto a -1 dalla capolista Monopoli. Squadra ostica e soprattutto piena di ex: Mucciante, Spinelli, Catania e Mancino. "Basta complimenti, conta solo il risultato" ha dichiarato Loseto in conferenza: è il mantra del pomeriggio biancazzurro che, si spera, possa essere finalmente con lieto fine.

Formazioni. Bianco schiera il 4-2-3-1 con Tomei a difendere i pali alle spalle del quartetto difensivo composto da Turati e Mucciante al centro e da Daffara e Liotti sugli esterni. Giordano e Toscano sono i mediani, mentre il trio sulla trequarti è affidato a Mancino, Mazzocchi e Sandomenico. Scardina punta centrale. Risponde Loseto con un 4-3-3 rimaneggiato: Piccinni out (neanche in panca) e dentro al suo posto Bottalico a centrocampo. Coppia di centrali formata da Tiritiello e Rada come da previsione, mentre in attacco tornano Barisic e Croce dal primo minuto. Confermato Minicucci.

Prima frazione ricca di emozioni, soprattutto di marca siciliana. Il primo sussulto però è andriese: Barisic, al limite dell'area, passa dentro per Minicucci il quale si libera egregiamente di Turati, si avvicina a Tomei, piatto al centro, ma la difesa anticipa per un soffio Croce, già pronto a mettere in rete. Dopo un attimo di sbandamneto i padroni di casa vengono fuori e sarà solo Siracusa sino al termine della prima frazione. La grossa occasione arriva al 15': Esposito viene pressato benissimo da Giordano e finisce per effettuare un retropassaggio che lancia Sandomenico verso la porta biancazzurra; la scheggia siciliana arriva di fronte a Maurantonio, tira, ma il portiere andriese compie una prodezza e mantiene vivo il risultato. Ancor più clamorosa, però, è l'azione che si sviluppa al 20': cross dalla destra di prima di Daffara sugli sviluppi di un fallo laterale, Scardina ruba il tempo a Rada, colpisce la palla di testa ma la sua incornata si stampa sul palo. Dopo i vari assoli siciliani, la Fidelis torna a farsi vedere in avanti: 33', gran botta di Bottalico dai 30 metri che sfiora la traversa. Ma il Siracusa è padrone del campo e al 37' sfiora nuovamente il vantaggio: De Giorgi interviene a vuoto, la palla arriva a Sandomenico che torna a seminare panico nell'area federiciana con una serie di sterzate, tira sul primo palo, ma Maurantonio dimostra ancora una volta di avere grandi riflessi e mette in angolo. L'ultima occasione della prima parte di gara arriva ancora sugli sviluppi di una palla ferma: 42', calcio di punizione battuto dalla destra da Mancino, palla in area raccolta in spaccata da Scardina a due passi dalla porta, però la conclusione vola incredibilmente alta sulla traversa.

Seconda frazione che ricomincia con gli stessi protagonisti, ma dopo tanto Siracusa al 51' la Fidelis spaventa il De Simone: triangolo tra Barisic e Bottalico, con quest'ultimo che, al limite dell'area, lascia partire un grande esterno sinistro che si stampa in pieno sul palo a Tomei battuto. Brivido per i siciliani e mani tra i capelli per tutti i federiciani. A questo punto Bianco decide che è il momento di cambiare qualcosa e proprio il neo entrato Catania (che ha sostituito Mazzocchi) si rende subito pericoloso al 60': il numero 10 riceve palla fra le linee da Sandomenico, si gira bene, prova un sinistro, ma Maurantonio è sempre attentissimo e disinnesca accartocciandosi sulla sfera. Ma la Fidelis è sempre sul pezzo e al 63' provoca un altro brivido ai padroni di casa: grandissima punizione di Matera che viene deviata con un ottimo tuffo da Tomei. Pian piano la partita si addormenta. L'Andria non alza i ritmi, Bianco si gioca tutte le sostituzioni per tentare di cambiare qualcosa, mentre Loseto cambia solo in attacco (fuori un pessimo Croce per Scaringella e out Minicucci per Lattanzio). Al 90' il numero 10 andriese prova a rendersi pericoloso con un dribbling seguito da un destro strozzato al limite dell'area, ma per impensierire Tomei serve ben altro. Questa volta la Fidelis si chiude bene e dopo 4 minuti di recupero la contesa si chiude senza vinti e vincitori.

Buon punto conquistato contro un avversario difficile, su un campo ostico e con una formazione rimaneggiata. Non è arrivata ancora la vittoria, che rischia di diventare un'ossessione. Sabato prossimo (ore 20.30) arriverà il Monopoli al Degli Ulivi. Un derby che a questo punto vale tantissimo e potrebbe già essere il primo vero crocevia stagionale.


TABELLINO LIVE

SIRACUSA - FIDELIS ANDRIA 0-0

SIRACUSA (4-2-3-1): 1 Tomei; 13 Daffara, 6 Turati, 17 Mucciante, 19 Liotti; 8 Giordano (69' - 4 Palermo), 25 Toscano (69' - 14 Spinelli); 20 Mancino (59' - 21 Grillo), 18 Mazzocchi (59' - 10 Catania), 27 Sandomenico; 11 Scardina (81' - 2 Bernardo).
A disposizione: 12 D'Alessandro, 2 Bernardo, 4 Palermo, 9 Plescia, 10 Catania, 14 Spinelli, 15 Parisi, 16 Vicaroni, 21 Grillo, 23 Magnani, 24 Punzi, 26 Martinez.
Allenatore: Paolo Bianco.

FIDELIS ANDRIA (4-3-3): 1 Maurantonio; 2 De Giorgi, 14 Tiritiello, 6 Rada, 21 Curcio; 17 Esposito, 11 Matera, 23 Bottalico; 7 Barisic, 9 Croce (80' - 13 Scaringella), 16 Minicucci (74' - 10 Lattanzio).
A disposizione: 22 Cilli, 3 Pipoli, 10 Lattanzio, 13 Scaringella, 18 Ippedico, 19 Celli, 20 Di Cosmo, 21 Curcio, 24 Paolillo.
Allenatore: Valeriano Loseto.

ARBITRO: Gianpiero Miele di Nola.
ASSISTENTI: Rosario Caso di Nocera Inferiore e Giuseppe Pellino di Frattamaggiore.

NOTE
Reti: /
Ammoniti: 22' Esposito (FA); 71' Matera (FA); 73' Daffara (SI)
Espulsi: /
Angoli: 5-3
Recupero: 0' p.t.; 4' s.t.
Spettatori: n.c.

Lascia il tuo commento
commenti