Domenica a Vieste per continuare la corsa

La Fidelis vince e il Gallipoli pareggia. Adesso la vetta è lontana solo 1 punto

Strambelli, Di Rito e Trotta regolano il Castellaneta, ma da Massafra per pochi istanti, l'illusione della vetta

Calcio
Andria domenica 30 marzo 2014
di Francesco Conversano
La gara tra Fidelis Andria e Castellaneta
La gara tra Fidelis Andria e Castellaneta © AndriaLive.it

Aggancio alla vetta rinviato ancora per la Fidelis Andria, ma alla fine di questa 31^ giornata, il Gallipoli dista solo 1 punto.

Infatti il Massafra ferma i salentini sull 1-1, mentre gli azzurri battono 3-1 il Castellaneta e accorciano le distanze. Classifica: Gallipoli 69, Fidelis Andria 68 e mancano 3 giornate alla fine.

Tornando alla gara odierna, buona la prova degli azzurri anche se trovare spazi nella difesa ospite e' stato difficile. Ragno rivede un po’ l’11 iniziale. In campo dal primo minuto, tra gli altri, Trotta, Albrizio e Loseto.

La Fidelis fa la partita, il Castellaneta quando può cerca di ripartire in contropiede. E’ questo il tema tattico che accompagna la gara nei primi 30 minuti di gioco. I biancoazzurri in più di un’occasione, cercano la via della rete, ma le resistenze difensive degli ospiti, ed un po’ di imprecisione, rendono la vita difficile a Di Rito and company. Clamorosa l’azione fallita dagli andriesi poco dopo il 20° minuto, quando un cross radente di Strambelli, non trova nessuno pronto alla deviazione vincente sottoporta. Al 35° arriva il tanto agognato vantaggio. L’arbitro decreta un penalty per i biancoazzurri che Strabelli realizza con freddezza. Il Castellaneta cerca la riscossa, ma nulla lascerebbe presagire ad un eventuale pari ospite. Ed invece, al minuto 41, il Castellaneta perviene al clamoroso 1-1 con un colpo di testa vincente di Macaluso. La gara non regala altre emozioni e si va al riposo col risultato in parità.

Ripresa di tutt’altro tenore rispetto alla prima frazione. La Fidelis ha fretta di segnare, forse anche troppa, creando spesso superiorità numerica in attacco, ma non trovando la giusta finalizzazione. Al 49° bellissima la punizione calciata da Strambelli, ma il palo dice no al numero 7 andriese. Al 53° è invece Cecere a provare una conclusione di testa, ma senza successo. Al 55° Strambelli mette il turbo: recupera una palla sulla destra, crossa di sinistro per la testa di Di Rito, ma l’ariete andriese non inquadra lo specchio. Minuti di gara infuocati, con la Fidelis che schiaccia il Castellaneta nella propria metà campo, ed al 57° arriva la rete del 2-1: cross dalla sinistra di Loseto per la testa di Di Rito che questa volta non sbaglia. Adesso la gara è in discesa e gli andriesi vanno più volte vicino alla rete prima con Albrizio e poi con Colangione che di testa, colpisce l’ennesimo palo di giornata. Al 64° ancora Strambelli su punizione, ma questa volta Donatelli si oppone alla grande.

Grande boato al Degli Ulivi, quando da Massafra arriva la notizia del vantaggio dei padroni di casa, con l’obiettivo sorpasso praticamente a portata di mano. Poi è arrivata la rete del pari del Gallipoli, che ha spento gli entusiasmi. Ci ha pensato Trotta all’80° a far sobbalzare lo stadio fissando il risultato sul 3-1 finale.

Adesso sotto col Vieste per una sfida delicatissimaì, ma che bisogna vincere a tutti i costi.

Lascia il tuo commento
commenti