Inseguimento sulla sp 231: bloccati dai vigilantes due ladri in trasferta di Andria

In azione i vigilantes della "Vigilanza Giurata" e della "Metronotte" di Ruvo di Puglia

Cronaca
Andria sabato 26 novembre 2011
di La Redazione
©
Questa mattina alle prime luci dell'alba una pattuglia dell'Istituto di vigilianza privata "Vigilanza Giurata" di Corato ha intercettato sulla s.p. 231 una Fiat "Punto",  con due individui a bordo.
L'auto era carica di tubi in ferro del tipo per impalcature edili e si allontanava dalla zona industriale di Corato.

Il vigilante si insospettiva dal fatto che il conducente della vettura, una volta accortosi delle presenza delle guardia, accelerava follemente il proprio mezzo nel tentativo di sottrarsi al controllo. Atteso il comportamento sospetto e il fatto che che la vettura era oltremodo carica oltre misura di oggetti di metallo e che il carico rischiava ad ogni momento di finire sulla sede stradale causando chissà quali danni ad altri mezzi e persone in transito, la guardia giurata tentatva in ogni modo di intimare ai due sconosciuti di fermarsi.

Questi non solo non ottemperavano ma aumentando la velocità imboccavano in direzione Ruvo di Puglia la s.p. 231, mettendo in atto spericolate manovre elusive.
A questo punto, allertando la centrale operativa dell'istituto di vigilanza, la guardia giurata chiedeva l'ausilio dei colleghi dell'istituto Metronotte S.r.l. di Ruvo di Puglia. Non senza fatica le pattuglie dei vigilantes riuscivano quindi a bloccare la corsa dei due individui in prossimità del ponte "Parco del fornello".
I due individui a bordo della "Punto" -Salvatore Ciciriello, classe 1983 e Francesco Figliolia classe 1971, entrambi di Andria e già noti alle Forze dell'ordine-  non riuscivano a giustificare la provenienza dei ferri con cui avevano caricato la vettura.
Per gli accertamenti interveniva così sul posto una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Corato, dai quali emergeva che i due, già noti alle Forze dell'Ordine, avevano rubato le attrezzature metalliche da un deposito di materiale edile della zona industralie di Corato.

Per i due sono quindi scattate le manette, mentre il materiale rubato è stato restituito al legittimo proprietario.
Lascia il tuo commento
commenti