La novità

«Smaltimento amianto, risorse per i Comuni. Ottima iniziativa della giunta regionale»

La soddisfazione del consigliere regionale Filippo Caracciolo

Politica
Andria lunedì 07 aprile 2014
di la Redazione
cataste di amianto
cataste di amianto © Volontari federiciani

La Regione Puglia contro l’inquinamento da amianto. La Giunta regionale pugliese ha inteso destinare risorse pari ad € 633.213,00 per sostenere i Comuni pugliesi nelle attività di rimozione e ripristino di siti ove sono stati rilevati illeciti abbandoni con particolare presenza di manufatti in amianto, ed € 348.966,97 per favorire la rimozione e smaltimento di manufatti in amianto in aree private.

Indetto con atto dirigenziale del Servizio Ciclo Rifiuti e Bonifica n. 46 del 26 marzo 2014, il bando è rivolto ai Comuni pugliesi ed è finalizzato alla realizzazione delle seguenti azioni:

Azione 1 “Rimozione e smaltimento di rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche con prevalenza di manufatti in amianto”;
Azione 2 “Interventi di rimozione e smaltimento di manufatti in amianto presso aree private”.

Per l’Azione 1 il contributo massimo concedibile è quantificato in € 60.000. I Comuni potranno presentare una sola istanza, comprendente la richiesta di operazioni di rimozione anche per più siti. L’Azione 2 è tesa a ridurre ed evitare il reiterarsi dei fenomeni di illecito abbandono di manufatti in amianto, sostenendo i Comuni nella promozione di attività di bonifica di amianto volte a favorire la corretta rimozione e smaltimento presso aree private.

Saranno ammesse a finanziamento contributivo regionale, nel limite massimo di € 50.000, per ciascun comune, le istanze pervenute in tempo utile rispetto al termine fissato dal Bando. Le risorse saranno assegnate in ordine cronologico fissato dal protocollo di arrivo regionale, fino all’esaurimento della quota assegnata all’Azione. Le istanze comunali di accesso al contributo regionale devono essere trasmesse al Servizio Ciclo dei Rifiuti e Bonifica dell’Assessorato alla Qualità dell’Ambiente via delle Magnolie6/8 Modugno, perentoriamente entro il 10 Maggio 2014, farà fede il timbro di spedizione.

Per l’accesso al contributo regionale i Comuni dovranno garantire il cofinanziamento minimo del 30% calcolato rispetto al contributo regionale richiesto, sia per l’Azione sub 1) che per l’Azione sub 2). I Comuni potranno candidarsi per entrambe le Azioni. Il provvedimento di indizione del bando è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 46 del 3 aprile 2014.

«Invito – sottolinea il consigliere regionale Filippo Caracciolo - le amministrazioni dei comuni del territorio provinciale a cogliere l’opportunità messa a disposizione della regione Puglia. Debellare il territorio dall’inquinamento dell’amianto deve essere un obiettivo costante delle amministrazioni. L’azione della Regione Puglia è un’ottima iniziativa soprattutto se si considerano le difficoltà di ogni comune alle prese con bilanci sempre più difficili da far quadrare».

Lascia il tuo commento
commenti