La riflessione

In cammino incontro al Risorto. Un sussidio per il tempo della Quaresima

Il Vescovo, Mons. Mansi: «Auguro di tutto cuore all’intera Chiesa diocesana di far davvero tesoro di questo lavoro e di utilizzarlo con altrettanto autentico spirito ecclesiale»

Attualità
Andria domenica 21 febbraio 2021
di la redazione
Celebrazione/Messa
Celebrazione/Messa © AndriaLive

L’Ufficio Catechistico e l’Ufficio Liturgico -sezione musica sacra- della Diocesi di Andria hanno realizzato e offerto alle comunità parrocchiali e ai singoli fedeli un sussidio, dal titolo “Nessuno ha un amore più grande di questo. In cammino incontro al Risorto sulla via della bellezza”, finalizzato a favorire la conoscenza della Parola di Dio attraverso la via della bellezza. «Papa Francesco in Evangelii Gaudium n. 167 invita -evidenziano don Gianni Massaro, vicario generale e direttore dell’Ufficio catechistico diocesano e Michele Carretta direttore della sezione di musica sacra dell’ufficio liturgico diocesano- “ogni Chiesa particolare a promuovere l’uso delle arti nella sua opera evangelizzatrice”, aggiungendo che “bisogna avere il coraggio di trovare i nuovi segni, i nuovi simboli, una nuova carne per la trasmissione della Parola, le diverse forme di bellezza che si manifestano in vari ambiti”».

Per ogni tappa del cammino quaresimale e della Settimana Santa il sussidio presenta i testi biblici, offre una scheda per la catechesi teologico – artistica, propone l’ascolto di un brano di musica sacra e alcuni spunti di riflessione tratti dalle pagine della letteratura.

«Oggi più che mai il linguaggio dell’arte, -sottolineano don Gianni Massaro e Michele Carretta- come quello della musica e della letteratura, in quanto linguaggi inclusivi capaci di nutrire la mente e lo spirito di ogni persona sensibile e desiderosa di mettersi in serio cammino di ricerca, sono veicoli preziosi di nuova evangelizzazione. Da sempre la Chiesa ha cercato di valorizzare l’arte quale linguaggio “sacramentale” particolarmente adatto alla celebrazione della fede e alla comunicazione del Vangelo. La dimensione del canto amplifica il sentimento di stupore e di lode dell’uomo che è capace di riconoscere le grandi azioni compiute da Dio nella storia».

Forse non siamo molto abituati a leggere la nostra vita con la mediazione della letteratura, a contemplare un’immagine sacra, né ad immergerci nell’ascolto della musica sacra la cui armonia ci permette di elevare il nostro pensiero a Dio. «È pertanto necessario -concludono i due direttori degli uffici diocesani- recuperare uno sguardo sano e un ascolto profondo capaci di cogliere la bellezza che si cela nelle opere d’arte e di farci entrare nel mistero»

Nella presentazione il Vescovo Mons. Luigi Mansi evidenzia il valore dell’opera anche da un altro punto di vista e «cioè il fatto che si tratta di un lavoro che per la sua realizzazione ha visto operare, concordemente e fraternamente insieme, ministri ordinati e laici di due diversi uffici”. E detto in tutta franchezza – aggiunge Mons. Mansi – quando si opera insieme, si dà anche una testimonianza di grande valore ecclesiale. Cioè si lavora concordemente insieme per servire unicamente il Vangelo e la Chiesa, lottando così contro un pericolo sempre presente nelle nostre cose, a motivo della fragilità della nostra umanità, e cioè la tentazione dell’autoreferenzialità. Auguro perciò – conclude il Vescovo – di tutto cuore all’intera Chiesa diocesana di far davvero tesoro di questo lavoro di così alto valore e di utilizzarlo con altrettanto autentico spirito ecclesiale».

È possibile consultare o scaricare il sussidio dal sito della Diocesi di Andria: www.diocesiandria.org

Lascia il tuo commento
commenti