I piccoli gesti e le piccole attenzioni possono fare tanto

Giornata mondiale per la consapevolezza dell’Autismo, le scuole andriesi si tingono di blu

Il filo conduttore che lega le scuole è la colomba blu quale emblema di amore, pace, promessa e soprattutto simbolo di speranza, che aiuta a disegnare porte, finestre, piccole brecce dove a volte ci sono solo muri

Attualità
Andria venerdì 02 aprile 2021
di La Redazione
Giornata mondiale per la consapevolezza dell’Autismo, le scuole andriesi si tingono di  blu
Giornata mondiale per la consapevolezza dell’Autismo, le scuole andriesi si tingono di blu © n.c.

Il momento storico in corso non cancella il silenzioso disagio che si continua ad affrontare da sempre e spesso in grande solitudine. Per questo anche quest’anno, con maggiore vigore, si celebra il 2 aprile, la giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo. In questo tempo così delicato per le nostre esistenze, molti stanno scoprendo l’importanza della comunità dove ognuno ha bisogno dell’altro, dove la vera forza è nel sapersi prendere cura di chi è più debole.

Il 2 aprile: per molti questa data non ha alcun valore, ma per chi conosce l’autismo e lo vive quotidianamente, è un giorno importante per poter sensibilizzare la società verso la consapevolezza di una realtà diversa, a volte molto complessa.

Ancora una volta le scuole andriesi in rete Rosmini, Verdi-Cafaro, Mariano-Fermi, Cotugno, Imbriani-Salvemini e Vaccina, coordinate dai Docenti Funzioni Strumentali dell’Inclusione Angela e Rosalia Lombardi, Angela Simone, Antonella Romanelli, Franca Fatone, Marzia Sansonna, Nunzia Roberto e Viria Rutigliano, colorano i propri spazi di blu, coinvolgendo tutti gli alunni e studenti sia in presenza che in DAD, a partecipare a  numerose iniziative come visione di film, cartoni, letture animate e conversazioni relative al tema.

Il filo conduttore che lega le scuole è la colomba blu quale emblema di amore, pace, promessa e soprattutto simbolo universalmente riconosciuto di speranzaSperanza che serve ad alimentare la fiducia nel cambiamento attraverso la scuola, rappresentata da insegnanti con preparazione specifica, affiancati da operatori ABA e non lasciando nulla al caso o all’improvvisazione. La speranza aiuta a disegnare porte, finestre, piccole brecce dove a volte ci sono solo muri. La speranza aiuta tutti quei genitori, che ogni giorno si devono confrontare con l’autismo, a non arrendersi, a non scoraggiarsi di fronte alle esperienze negative che li induriscono e li rendono diffidenti, ma a rialzarsi nonostante tutto.

Il Disturbo dello Spettro Autistico colpisce le abilità sociali e di comunicazione e, in misura differente, le abilità motorie e linguistiche. Si tratta di uno spettro variabile che può comprendere sia bambini con alto quoziente intellettivo che con ritardo mentale. Ogni individuo è unico e irripetibile. L’autismo è una condizione che porta con sé difficoltà più o meno severe, ma è anche un modo diverso di guardare le cose, una grande sfida educativa, umana e di inclusione.

Una condizione per la quale la partecipazione di tutti diviene necessità e stimolo creativo assieme. Se proviamo a guardare oltre l’autismo vedremo una persona “molto speciale”. I piccoli gesti e le piccole attenzioni possono fare tanto.

«Speciali sono i bambini autistici così come gli uccelli sono diversi nei loro voli. Tutti, però, hanno il diritto di volare». (Jesica Del Carmen Perez).

L'amministrazione ha deciso di "vestire" di blu Palazzo di Città utilizzando il file rouge delle scuole per mantenere la sinergia con le stesse e le iniziative poste in campo.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mariarosa Losito ha scritto il 02 aprile 2021 alle 08:22 :

    Felice di questa iniziativa delle scuole andriesi. Ma una domanda mi sorge guardando le scuole che hanno partecipato a questa iniziativa: dove sono le scuole medie? E le scuole superiori? E cosa succede dopo i 18 anni? L’autismo scompare? Non è così! Rispondi a Mariarosa Losito