Un fenomeno sempre più diffuso

Fuochi d'artificio, lo sfogo: «Ogni due per tre saltiamo dal letto in piena notte»

La soddisfazione di pochi a discapito della quiete per i più: ne risentono i bambini che sobbalzano, le persone con disabilità che hanno sensibilità più forti rispetto al comune, gli anziani che si spaventano, gli animali

Attualità
Andria giovedì 30 settembre 2021
di La Redazione
Fuochi d'artificio
Fuochi d'artificio © AndriaLive

Luci e rumori dal cielo per festeggiare un compleanno, un onomastico, un fidanzamento, un matrimonio: stiamo parlando dei fuochi d'artificio, che praticamente ormai tutte le sere esplodono dalla periferia al centro città. I fuochi pirotecnici vengono fatti esplodere sul tardi, di solito intorno la mezzanotte, in un orario tale che la maggior parte dei residenti - a cominciare ovviamente dai bambini più piccoli - stanno già dormendo. Oltretutto la maggior parte dei fuochi d’artificio viene esplosa durante feste private, il che significa che spesso manca qualsiasi autorizzazione e, soprattutto, non viene fatta nessuna comunicazione ufficiale correndo il rischio (teorico) di incombere in denunce o sanzioni.

Di lamentele ne arrivano tante: «É francamente inaccettabile che ogni due per tre - scrive un nostro concittadino - si salti per aria durante il riposo notturno. In precedenza il fenomeno era limitato alle sale ricevimento che si trovano fuori città, per cui il fastidio era relativo. Ma ora ogni occasione è buona per usare questi fuochi: la settimana scorsa se ne sparavano perfino in pieno centro, in piazza Catuma. Mia moglie lavora su turni in ospedale e si deve svegliare prestissimo: chi ci può dare sicurezza e serenità? Possibile che non si riesca ad arginare il problema?».

Come sempre, la soddisfazione di pochi a discapito della quiete per i più: ne risentono i bambini che sobbalzano, le persone con disabilità che hanno sensibilità più forti rispetto al comune, gli anziani che si spaventano, gli animali che vanno in confusione. Ne risente l'ambiente per colpa dell'inquinamento acustico e atmosferico. 

Alcuni durano poco, circa un minuto, altri sono più lunghi ed elaborati, magari del tipo che per essere utilizzato necessiterebbe di una specifica autorizzazione, anche se ormai l'acquisto online è diventato facile. Sicuramente per celebrare in maniera eccessiva ricorrenze private, ma non si può escludere che abbiano altri significati legati alla delinquenza locale. Su questo sono le Forze dell'ordine a dover indagare.

A noi rimane l'amaro in bocca per una usanza che sta prendendo sempre più piede nella nostra città dove tante polemiche sono state sollevate per gli "spari di San Riccardo" mentre ogni sera qualcuno provvede in autonomia a illuminare il cielo (e a farsi "sentire") senza patire conseguenze.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Angelo ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 16:39 :

    CONTEA di Andria Andria è una città a statuto straordinario . Tutti fanno (che cxxxo gli pare) quello che gli pare in effetti anni fa il mese di novbre un pesco andò in fiore ! Un amico lo guardo' e disse : Caro Angelo vedi ! Anche gli alberi fanno che cxxxo gli pare ad Andria ! Tutti si lamentano, ma non toccare l'orticello di ognuno di noi! Chi vende petardi si lamenta del mancato rispetto del passo carrabile ! Ma non Vuole che ci si lameti dei petardi! Chi vende bibite ai minorenni si lamenta dei fuochi d'artificio. Ma non va considerato il suo orticello ,perché deve campare dalle bibite! Ora tutti si lamentano ,si chiede il sindaco che fa !? Il sindaco si considera il più amato dei sindaci italiani e quindi 'tarallucci e vino" vogliamoci bene ! Rispondi a Angelo

  • Samuele Porro ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 10:09 :

    Una città tra l’altro dove al posto di parlare si grida, al posto di salutare si suona il clacson, e dove la musica nei luoghi pubblici è sempre eccessiva. La colpa è del 99% di trogloditi che tollerano qualunque cosa. Rispondi a Samuele Porro

    Angelo ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 16:49 :

    Ho incontrato Andriesi in Svizzera , e si mettevano in tasca la carta del cioccolatino! Per buttarla nel primo cestino che trovavano! Voi pensate che lo facevano per senso di civiltà ? No lo facevano perché in Svizzera ti fanno il cxxo a cappello di prete ! Ma la Svizzera non è il solo esempio! Sono stato nelke marche per un periodo lavorativo (con altro andriese) le marche hanno lo stesso senso civico che hanno in Svizzera. La mattina andavamo a lavorare e lasciavamo la porta socchiusa , nessuno toccava nulla! La sera lasciavamo le chiavi della macchina, attaccate al quadro, nessuno la toccava. Non è un senso civico il motivo che non la toccavano ! Non la toccavano perché li ti facevano il cxxo a cappello di prete! Il sindaco non si considera e il più amato ! Nessun dissenso finanziario! Rispondi a Angelo

  • Una cittadina ha scritto il 01 ottobre 2021 alle 13:32 :

    É vero, non se ne può più! Rispondi a Una cittadina

  • Giuseppe Pertoso ha scritto il 30 settembre 2021 alle 17:15 :

    sono anni che continuo a commentare ,oltre i fuochi di artificio vogliamo parlare dei petardi che iniziano a settembre e finiscono a marzo di farli eslodere ridicolizando la nostra città perchè gente che proviene da altre città trova assurda questa nostra usanza assurda e ci ricolidizzano pronunciando frasi che lascio a voi immaginare.comunque fatevene una ragione perchè nulla cambierà perchè chi governa questa città fa sonni beati. Rispondi a Giuseppe Pertoso

  • Michela Zotti ha scritto il 30 settembre 2021 alle 15:32 :

    Abito vicino alla cattedrale. E quindi ho detto tutto. Fuochi litigi chiasso bottiglie che vengono lanciate strade usate come bagni ragazzi che si sentono male e potrei continuare ancora. Il tutto fino alle 2 di notte e oltre nel fine settimana. Dimenticavo sono una delle tante che per lavoro si sveglia tutti i giorni domenica compresa alle 5. Se questo è rispetto e tutela......... Rispondi a Michela Zotti

  • Maria ha scritto il 30 settembre 2021 alle 14:12 :

    E non parliamo nella villa comunale non si capisce più niente e un continuo fino alle 2/3 di notte Rispondi a Maria

  • Franco ha scritto il 30 settembre 2021 alle 11:50 :

    I fuochi segnalano l'arrivo delle partite di droga. Rispondi a Franco

    Angelo ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 16:26 :

    Si festeggia anche quando esce dal carcere! Rispondi a Angelo

  • Caporale Riccardo ha scritto il 30 settembre 2021 alle 10:40 :

    La domanda è questa :ma la sindaca esiste? Ho vive su un altro pianeta. Il controllo del territorio chi lo fa. Rispondi a Caporale Riccardo

    Leopoldo Quinto ha scritto il 30 settembre 2021 alle 19:08 :

    Lo puoi fare tu con i tuoi gesti di civiltà, lo potrei fare io e lo dovrebbero fare tutti i cittadini che ci tengono al bene comune. Smettiamola di piangerci addosso e di demandare sempre tutto ad una autorità che non ha mezzi e strumenti per controllare tutti gli istinti primordiali che molti andriesi mettono in mostra. Per quello che ne so, esiste e si barcamena per te, per me e per noi tutti. Rispondi a Leopoldo Quinto

    Andriese ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 08:08 :

    E' vero quello che dice, ma il bene comune va tutelato(una chimera aspettare cambiamenti di gente che percepisce poco l'ed.civica). Una città va "guidata" dal primo cittadino che pur vero parla amorevomente ma a quanto pare non sono sufficienti i sermoni. I cittadini educati sono in minoranza per questo dilagano comportamenti incivili. Un sindaco deve agire non colpevolizzare il passato, è il qui ed ora che deve prendere provvedimenti, ha potere di vietare ciò che lede " il bene comune". La gente va educata con tutti i mezzi che un sindaco ha per proteggere gli altri cittadini osservanti. Purtroppo fare il sindaco non è facile, chi lo diventa sa perfettamente che non è una passeggiata,no!!! Siamo in un caos di vita qui ad Andria, sempre presente sulle cronache. Rispondi a Andriese

    Antonio Napolitano ha scritto il 30 settembre 2021 alle 12:51 :

    Hai perfettamente ragione. Tutti parlano di legalita' ma e' un chimera: sono fortemente deluso per il degrado in centro nelle ore notturne, dalle 23 a notte fonda. Si canta, si beve, si fuma(???) e cos''altro...I residenti masticano amaro, l'amministrazione (vecchia e nuova!!) non interviene. Con il pretesto di dare lavoro ai giovani si autorizzano licenze a locali il cui fine e' la vita notturna, ignorando il danno che essi generano ai residenti e agli stessi giovani che popolamo i medesimi ambienti Con tutto l'alcool che ogni sera viene consumato qualcuno sa che tra 10 anni rischiamo di avere una popolazione di giovani "ulcerosi", in barba a tutte le pseudo campagne di prevenzione..? Spero che detto appello scuota la sensibilita' di chi ha a cuore le sorti della citta'. Rispondi a Antonio Napolitano

  • Angela Cognetti ha scritto il 30 settembre 2021 alle 10:28 :

    Va bhe oltre ai fuochi vogliamo parlare dei tombini rotti dv passano ogni secondo le macchine e rumore assordante . Una città poco controllata in tutto, monopattini e bici elettriche e strade dissestate Rispondi a Angela Cognetti

  • Vincenzo Inchingolo ha scritto il 30 settembre 2021 alle 06:15 :

    Questa Città è proiettata sempre più verso la totale anarchia. Ognuno fa quel cxxxo che gli pare, e non solo riguardo ai fuochi ma in ogni momento della giornata ed in qualsivoglia situazione pubblica e privata e non sto qui a specificare, altrimenti si aprirebbe un capitolo lunghissimo. Situazione davvero pesante, intollerabile ed invivibile. Per questa Città ci vorrebbe un decennio di governo alla Vincenzo De Luca per riportare ordine e decoro, l'attuale amministrazione nell'arco di un anno si è già dimostra debole ed incapace di tener testa all'arroganza,alla strafottenza e al menefreghismo di una parte malata della popolazione che vive secondo i propri codici di inciviltà e condiziona sempre più quella parte buona che soccombe e subisce gli abusi e le prepotenze quotidiane degli altri. Rispondi a Vincenzo Inchingolo

    Francesco ha scritto il 30 settembre 2021 alle 09:42 :

    Totalmente d'accordo.Siamo in una giungla,con la differenza che qui non c'è nessun leone a capo. Rispondi a Francesco

    andriesesenzasperanza ha scritto il 30 settembre 2021 alle 09:09 :

    i problemi di Andria sono legati a circa 15 anni di ANARCHIA politica culturale ed economica ... per l'attuale amministrazione compito disumano aprire il cranio a 100 mila arroganti ignoranti e incoscienti individui .... ho perso la speranza, ci vuole un controllo del territorio asfissiante ed un martellamento mediatico di educazione civica ... cose che richiedono tempo e danaro ... ma se non si inizia. Rispondi a andriesesenzasperanza

    Angelo ha scritto il 04 ottobre 2021 alle 13:05 :

    Come dici tu ! 15 anni di anarchia ! Io penso anche di più ! Qualcuno ricorda che un Vigile perse un occhio per fare rispettare l'ordinanza del sindaco di divieto di esporre frutta fuori dal locale ? Dunque a che servì quell'ordinanza? N.B. la causa di tutto è l'ignoranza ! La delinquenza è scaturita dall'ignoranza ! Il populismo e clientelismo politico associata All'ignoranza crea ARROGANZA ! parcheggiare su marciapiedi, su paso carrabile, strisce pedonali, divieto di sosta! Uso IMPROPRIO DEL PASS PER DISABILI Ecc. Ecc.. OGGI penso !!! Che il vigile ha un senso di pudore ed anche paura a fare una multa a questi soggetti ! La gente ormai abitudinari ! Si domanda perché la multa ? Rispondi a Angelo

  • Rella Vincenzo ha scritto il 30 settembre 2021 alle 05:57 :

    Ormai sono tutte le sere che fanno questi fuochi d'artificio e nessuno prende dei provvedimenti e non parliamo della musica a tutto volume che si sente in periferia, ormai tutto e consentito. Rispondi a Rella Vincenzo