Le dichiarazioni

Con 8mila prenotazioni già in agenda, è partita “La notte è giovane”

Emiliano: «Una bellissima pagina di partecipazione con l’adesione massiccia alle sessioni vaccinali notturne che sono in corso negli hub della regione»

Attualità
Andria venerdì 14 gennaio 2022
di La Redazione
Vaccinazioni anti covid ragazzi 12-19
Vaccinazioni anti covid ragazzi 12-19 © Regione Puglia

La Puglia più bella nella notte dei giovani e dei vaccini. Con 8mila prenotazioni già in agenda, è partita stasera in tutta la Puglia l’iniziativa “La notte è giovane”, le sessioni vaccinali straordinarie anti-Covid dedicate ai pugliesi di 12-19 anni in programma da venerdì sera sino a domenica, dalle ore 20 a mezzanotte, in 34 hub distribuiti nelle sei province pugliesi.
«I giovani pugliesi – ha commentato il Presidente Michele Emiliano - stanno scrivendo una bellissima pagina di partecipazione con l’adesione massiccia alle sessioni vaccinali notturne che sono in corso negli hub della regione. Li vorrei ringraziare uno per uno, vorrei dire grazie alle loro famiglie, alle scuole, a tutto il personale sanitario e di protezione civile che sarà al lavoro sino a mezzanotte. Continuiamo così, le prenotazioni restano aperte per dare al maggior numero di ragazze e ragazzi la possibilità di vaccinarsi».
Un punto stampa si è tenuto nell’hub Fiera del Levante di Bari, con l’intervento di Vito Montanaro, Direttore Dipartimento Promozione della Salute Regione Puglia, Antonio Sanguedolce, Direttore Generale ASL Bari e Lucia Bisceglia, Direttrice Area Epidemiologia e Care Intelligence AReSS Puglia, accolti dal direttore del centro vaccinale Fulvio Longo.
Quasi 600 ragazze e ragazzi si sono presentati in Fiera per ricevere il vaccino, tra prime e terze dosi, a testimonianza del senso di responsabilità dimostrato dalla generazione dei 12-19enni pugliesi e in un clima di grande condivisione. 
«La volontà della Regione – ha sottolineato Vito Montanaro - è quella di vaccinare un gran numero di ragazzi e ragazze prima di tutto per la loro salute e poi perché possano essere maggiormente tutelate le scuole, la didattica e l’ambiente familiare. Le motivazioni sono diverse ma l’obiettivo fondamentale che la Puglia sta cercando di raggiungere è il “marketing della salute” che sta dando grandi risultati. Investire in salute, in etica sanitaria, funziona e questa serata racconta che le famiglie pugliesi e i loro figli hanno capito che vaccinarsi è un atto importante per la loro salute e per le persone che vivono con loro».
 «Questa sera – ha aggiunto il direttore Generale ASL Bari, Antonio Sanguedolce - partiamo con la prima serata dell’iniziativa regionale per accelerare le terze dosi dedicate ai ragazzi della scuola per la fascia di età 12 – 19 anni. Qui in fiera si è partiti alle 20 e si va avanti fino a mezzanotte. C’è una buona risposta e ci sono ancora posti disponibili perché l’iniziativa riguarda l’intero weekend, anche domani e domenica. Lancio questo invito ai ragazzi della scuola, che hanno superato i quattro mesi e possono fare già la terza dose, per completare il ciclo di immunizzazione con il booster. E’ importante, soprattutto in questo momento, per mantenere la scuola in presenza senza grandi problemi. I giovani di questa fascia di età hanno fatto già tanto se si pensa che più del 92 per cento in provincia di Bari ha ricevuto la prima dose: ora è il momento di rafforzare con le terze dosi, perciò li invitiamo a prenotare perché questa è una occasione imperdibile».

«E’ un’iniziativa – ha rimarcato Lucia Bisceglia - che intende promuovere al massimo l’adesione consapevole dei ragazzi di 12-19 anni. Stiamo vedendo una bellissima partecipazione che ci dà il senso di quanto i ragazzi e le loro famiglie abbiano compreso il significato e l’importanza della vaccinazione, in particolare in una fase come questa. La grande adesione ci dà la speranza di superare quanto prima questo difficile momento».

Le prenotazioni sono aperte e si possono effettuare mediante il sito http://lapugliativaccina.regione.puglia.it/, presso i CUP e i FarmaCup da parte dei genitori, tutori, affidatari dei minori, indicando di scaricare contestualmente la modulistica da compilare e consegnare ai punti vaccinali.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 15 gennaio 2022 alle 08:50 :

    Organizzano le "notti" per dare farmaci ai sani ma poi mancano i farmaci per i malati. È finita l'azitromicina e non si trovano più neppure i medici di famiglia. Si curano tanto i sani ma meno malati. Rispondi a Franco

  • Anna Pastore ha scritto il 15 gennaio 2022 alle 06:24 :

    Brutta disavventura ieri sera a Trani purtroppo quando ho chiamato x prenotare x i miei figli l'operatore del numero verde, dove x poter parlare con loro sono stata al telefono più di un ora,mi dice che potevano accedere tutti i ragazzi l'importante era avere una prenotazione x qualsiasi data mi semprava strano addirittura a mio figlio più piccolo mi ha fatto lui una prenotazione x marzo xchè x poter prenotare queste serate ho dovuto disdire la prenotazione che già avevo. sono andata lì un operatore mi dice che potevano accedere solo i prenotati x quella data e solo i ragazzi di Trani in più quando ho detto che venivo da Andria mi dice di portare mio figlio all' hab vaccinale di Andria senza parole.... Che organizzazione è questa ? Rispondi a Anna Pastore

  • Dino zoff ha scritto il 15 gennaio 2022 alle 00:56 :

    La notte è giovane....😭infatti dopo il vaccino ,sabato andranno a fare baldoria e assembramento in piazza catuma,nel centro storico...Emiliaaaaaa svegliate.... Metti più controlli..... Si ubriacano....Ho speso 55 euro per cambiare vetro al finestrino alla macchina,me l'hanno rotto ..... Si che la notte è giovane...... Rispondi a Dino zoff