Le dichiarazioni

Reddito Energetico, Michele Coratella: «Proposte come questa migliorano il dibattito politico»

«Vogliamo raggiungere due obiettivi con questi incontri: fornire ai cittadini strumenti che cambiano la vita quotidiana, nell’ambito della transizione ecologica, energetica e digitale, ed elevare il dibattito pubblico cittadino»

Attualità
Andria martedì 24 maggio 2022
di La Redazione
Reddito Energetico, Michele Coratella: «Proposte come questa migliorano il dibattito politico»
Reddito Energetico, Michele Coratella: «Proposte come questa migliorano il dibattito politico» © n.c.

Il reddito energetico è una opportunità economica importante, introdotta dalla Regione Puglia grazie ad una proposta del Movimento 5 Stelle. «È una misura innovativa pienamente inserita nella transizione ecologica ed energetica, che è al tempo stesso uno stimolo per la riqualificazione del patrimonio immobiliare e una misura di sostegno e solidarietà alle famiglie a reddito più basso. Dopo un percorso legislativo accurato e dopo le buone sollecitazioni del Partito Democratico di Andria che invitano ad occuparsi del reddito energetico, era il caso di descrivere operativamente sui territori le modalità di accesso a questa misura. Così, abbiamo organizzato il primo di una serie di eventi di confronto su temi e strumenti operativi che possono cambiare la vita dei cittadini» ha commentato il capogruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Andria Michele Coratella. «L’incontro è stato ricco di spunti e riflessioni, con risvolti sociali e ambientali importanti. Dopo l’incontro di presentazione della misura in Regione Puglia, alla presenza del Presidente della Regione Michele Emiliano, dell'assessore regionale allo sviluppo economico Alessandro Delli Noci, dell’ex sottosegretario di Stato Riccardo Fraccaro e della consigliera delegata alle politiche culturali Grazia Di Bari, abbiamo ribadito l’importanza di una misura importante, voluta fortemente dal Movimento 5 Stelle tre anni fa e diventata realtà dopo un lungo percorso legislativo e tecnico». 

Dopo la pubblicazione dell’Avviso lo scorso 5 maggio, dal 25 maggio sarà possibile presentare la domanda di prenotazione per accedere alla misura che ha una dotazione finanziaria di quasi 7 milioni di euro. Grazie al reddito energetico, i cittadini diventeranno infatti produttori di energia, con una notevole diminuzione dei costi delle bollette attraverso la possibilità di accedere all’installazione gratuita di impianti rinnovabili sui tetti e di autoconsumare gratuitamente l’energia prodotta. Parliamo di una novità assoluta di cui tutti i cittadini devono essere informati.

«Vogliamo raggiungere due obiettivi con questo tipo di incontri: fornire ai cittadini strumenti che cambiano la vita quotidiana, nell’ambito della transizione ecologica, energetica e digitale, e al tempo stesso elevare il dibattito pubblico cittadino su temi concreti. Quando alziamo lo sguardo e allarghiamo il confronto, possiamo spingere il Consiglio Comunale e la città a misurarsi su cose realmente importanti» ha concluso l'avvocato Michele Coratella, capogruppo del Movimento 5 Stelle di Andria.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Aria pulita ha scritto il 24 maggio 2022 alle 22:01 :

    In buona sostanza Emiliano in cambio dei voti in Consiglio Regionale regala agli elettori 5 stelle, alias percettori del reddito di cittadinanza, un impianto fotovoltaico posizionato sul terrazzo della casa di loro proprietà. Ma non sono poveracci nullatenenti (e nullafacenti)? Rispondi a Aria pulita