La nota

Un ricordo di Giuseppe Boccardi, primo preside dell'istituto agrario

«Egli fece della dedizione alla Scuola una ragione di vita, sempre animato dall’intento di spingere in avanti i processi di sviluppo del territorio»

Attualità
Andria lunedì 04 luglio 2022
di La Redazione
il Preside Boccardi
il Preside Boccardi © n.c.

Un ricordo di Giuseppe Boccardi, primo preside dell'istituto agrario di Andria, nell'ambito di una cerimonia tenuta presso l’IISS “Basile Caramia-Gigante” di Locorotondo-Alberobello: è quello di cui parla Donato Bagnardi.

«Il 15 giugno scorso, l’IISS “Basile Caramia-Gigante” di Locorotondo-Alberobello ha celebrato la ricorrenza del centenario della scomparsa di uno dei suoi fondatori: Giovanni Basile Caramia. Dopo i saluti delle diverse autorità scolastiche epolitiche, diversi gli interventi.

Tra le figure di spicco della prima fase di radicamento della Scuola, che si avviò nel 1936-37 presso masseria Ferragnano in Locorotondo, è stata richiamata quella del professore Giuseppe Boccardi (1918-2013), nativo di Noci, al cui nome nell’ottobre del 2013 è stato intitolato l’Auditorium dell’Istituto. Dal 1944 al 1956 ricoprì diverse cariche: direttore tecnico dell’Ente Opera Pia “Basile Caramia”, direttore didattico della Scuola Agraria e primo preside dell’Istituto Tecnico Agrario.

A partire dal 1957, inaugurava una nuova stagione di realizzazioni presso l’Istituto Tecnico Agrario “Umberto I” di Andria, dove come nuovo preside operò sino al 1985.

Egli fece della dedizione alla Scuola una ragione di vita, sempre animato dall’intento di spingere in avanti i processi di sviluppo del territorio, improntandoli ad equità, inclusività e sostenibilità. Non a caso, nella ricorrenza, Giuseppe Boccardi è stato annoverato tra le figure dirigenziali più luminose e lungimiranti, certo tra gli interpreti più intelligenti e operosi delle volontà testamentarie originarie del fondatore»

 

Lascia il tuo commento
commenti