Una grande perdita

Andria piange la scomparsa di un’altra anima bella: fa’ buon viaggio, Daniela!

Assistente sociale e sindacalista, la 39enne è stata accanto ai deboli della comunità

Attualità
Andria mercoledì 03 agosto 2022
di La Redazione
Daniela Fortunato
Daniela Fortunato © Cgil Bat - Facebook

Sostenitrice degli ultimi e dei fragili del territorio, da sempre attiva nel sociale e nell’ambito dei diritti del lavoro: questo ed evidentemente tanto altro è stata Daniela Fortunato, 39enne andriese, scomparsa ieri a seguito di una lunga malattia. Tanti i messaggi di cordoglio che si leggono nelle ultime ore sui social; pensieri, ricordi personali e attestazioni di stima da parte di chi ha avuto la fortuna di incontrarla.

Assistente sociale, Daniela ha fatto parte dell’equipe della comunità Migrantesliberi di Andria ed è tra le persone promotrici e ideatrici del gap “Vinco io!”, lo sportello nato per contrastare il gioco d’azzardo patologico. «Un’anima bella è tornata in cielo - scrive con un post su Facebook Migrantesliberi - grazie, Daniela, della strada percorsa insieme a noi, ci hai insegnato a essere migliori. Il tuo impegno, il lavoro costante nella nostra comunità è un’eredità preziosa che coltiveremo nel tuo ricordo. Che Dio ti accolga teneramente tra le sue braccia».

Ma Daniela viene ricordata anche per la sua attività e passione sindacale che l’ha mossa da sempre. «Ciò che non dimenticheremo mai sarà il tuo sorriso - ribadisce la sezione Bat della CGIL - ciò che mancherà alla nostra organizzazione sarà la tua preparazione e il tuo costante impegno sindacale che negli ultimi anni si è espresso in favore soprattutto dei giovani come segretario generale del Nidil Bat. Te ne sei andata troppo presto, cara Daniela. Ciao compagna, fai buon viaggio». «Un'altra incolmabile assenza, un'altra importante perdita per la CGIL Bat», sottolinea, invece, il segretario generale Michele Valente.

Chi voglia salutare Daniela può recarsi alla casa funeraria Ernesto, in via Paganini. I funerali saranno celebrati domani, giovedì 4 agosto, alle ore 10:30, nella chiesa Cattedrale. La redazione è vicina alla sua famiglia e a suo marito Giuseppe.

“Una cosa ho chiesto al Signore, questa sola io cerco: abitare nella casa del Signore tutti i giorni della mia vita, per contemplare la bellezza del Signore” (dal Salmo 27)

Lascia il tuo commento
commenti