«La invito a mettere in atto una seria politica a beneficio della categoria degli agricoltori non rilanciando ad ogni piè sospinto: “mentre Coldiretti...”»

Dimissioni dirigenza Coldiretti: Tortora replica a Spagnoletti Zeuli

«Se ha indicazioni sulla gestione del sindacato cui Lei non appartiene, Le suggerisco di presentarsi nelle sedi Coldiretti e di sottoscrivere la relativa tessera ...»

Attualità
Andria giovedì 10 gennaio 2019
di La Redazione
Coldiretti
Coldiretti © n.c.

Agostino Tortora, il qualità di socio Coldiretti della sezione di Andria, risponde alle affermazioni del Conte Spagnoletti Zeuli, sulle richieste di dimissioni della dirigenza Coldiretti:

«Gentile Sig. Conte,

mi dispiace, ma non Le consento. Sicuramente le riconosco passione e schiettezza, come solo un vero uomo della terra mostra. Ma non le consento di “suggerire “ ad altri cosa sia giusto o sbagliato fare.

Coldiretti, oltre ad avere una storia (condivisibile o meno, ma ciò è!) ha anche una bandiera che oggi continua a sventolare e non capisco perché “diluirla” in altri non meglio precisati movimenti. In questa faccenda, converrà con me che le responsabilità non sono certo a carico dei sindacati di rappresentanza, quindi perché non sventolare ognuno la propria bandiera?

Se ha indicazioni sulla gestione del sindacato cui Lei non appartiene, Le suggerisco di presentarsi nelle sedi Coldiretti, di sottoscrivere la relativa tessera e lì, se vuole, non condividere la figura del direttore Puglia e del Segretario Generale. Stia pur certo, che in quelle stanze, chi ha una idea differente viene sicuramente ascoltato e rispettato.

Più realisticamente, la invito a mettere in atto una seria politica a beneficio della categoria degli agricoltori non rilanciando ad ogni piè sospinto: “mentre Coldiretti...”.

Se veramente crede nel bene della categoria, si occupi delle soluzioni al problema, non delle differenze o di chi c'è nell'altro lato. Coldiretti ha le sue regole e le sue dinamiche interne che non La riguardano e non sono certamente il problema degli agricoltori.

Suggerimento che mi permetto di estendere anche ad altri del suo gruppo.

Così come faremo noi, continui con la sua capacità ed il suo ardore nei tre comuni impicci ( gelata/xylella/PSR) che oggi hanno spinto la categoria in piazza. Stia pur certo che se risultati ci saranno arriveranno a tutti gli agricoltori, vedi dichiarazioni del ministro Centinaio: di fatto non diverse da quelle fatte il giorno prima a “noi” e il giorno dopo a “voi”.

Sicuramente da quest'altro lato troverà una base sensibile e attenta, meno sempliciotta di quella che Lei ( e i suoi compagni di movimento) possa credere».

Lascia il tuo commento
commenti