La nota sulla "festa commerciale"

Festa patronale, Montaruli: «La partecipazione sarà costata quasi 500 euro»

Il referente di Unimpresa: «Duole rilevare che durante le fasi di sopralluogo per il montaggio delle postazioni di vendita si sia assistito allo spettacolo dei topi che ballano indisturbatamente»

Attualità
Andria sabato 14 settembre 2019
di la redazione
le bancarelle su C.so Cavour
le bancarelle su C.so Cavour © AndriaLive

«Assegnati i posteggi per la festa patronale, nel rispetto delle regole regionali, è già l’ora di fare i conti. Ed ecco che, alla fine, ciascun ambulante avrà sborsato ben quasi 500 euro per occupare una minima postazione di vendita. Ai costi di diritti di segreteria triplicati e a quelli di occupazione di suolo pubblico raddoppiati si aggiunge ora il costo per gli allacciamenti alla rete elettrica.

Siamo alla follia – continua Montaruli - Non si può arrivare a tanto e non potevamo neppure lontanamente immaginare che l’eredità fosse di tale, negativa, portata. Ebbene si, per amore dei santi patroni cittadini, gli ambulanti e gli operatori dello spettacolo viaggiante, anch’essi vessati da somme enormi da versare nelle casse dissanguate del comune, hanno deciso di onorare la festa rinunciando ad andare nella vicina città di Bisceglie dove, in contemporanea, si svolgerà la Festa della Madonna dell’Addolorata, seppur tanto contestata per una serie di rilievi gravissimi.

Duole rilevare che durante le fasi di sopralluogo per il montaggio delle postazioni di vendita si sia assistito allo spettacolo dei topi che ballano indisturbatamente e fanno festa» ha concluso Montaruli.

Lascia il tuo commento
commenti