Il tecnico d’ufficio nominato dalla procura, l'ing. Chiaia, ha visitato l'ingresso delle abitazioni evacuate a seguito del crollo della palazzina di via Pisani lo scorso 17 ottobre

Sopralluogo preliminare del Ctu in via Pisani alla presenza dei Vigili del Fuoco

Step successivo: sarà effettuato un piano rimozione delle macerie dopodiché si procederà alla verifica delle cause che hanno determinato il crollo della palazzina lo scorso 17 ottobre

Attualità
Andria venerdì 08 novembre 2019
di Sabino Liso
Sopralluogo preliminare del Ctu in via Pisani alla presenza dei Vigili del Fuoco
Sopralluogo preliminare del Ctu in via Pisani alla presenza dei Vigili del Fuoco © AndriaLive

Sopralluogo preliminare questa mattina del tecnico d’ufficio nominato dalla procura nell'abitazione al civico 27 della palazzina di via Pisani ed alle abitazioni di via Rossetti evacuate a seguito del crollo del 17 ottobre scorso, abitazioni sottoposte a sequestro giudiziario. Resta aperta ed operativa solo la macelleria di via Rossetti.

Il tecnico, l’ing. Bernardino M. Chiaia, è stato accompagnato dai Vigli del Fuoco. Sul posto anche i Carabinieri e la Polizia Locale assieme al suo comandante, il dott. Riccardo Zingaro.

Particolarmente complicate le operazioni di apertura della porta d’ingresso di via Pisani n. 27 dove i Vigili del Fuoco, dopo aver provato invano ad aprire la porta con le chiavi hanno dovuto fare ricorso ad un piede di porco per forzare l’ingresso ostruito dalle macerie di tufi e mattoni venute giù con il crollo.

Tra le macerie i Vigili del Fuoco hanno recuperato un drone che un fotografo della zona aveva messo a disposizione la sera stessa del crollo e nei momenti concitati per verificare l'eventuale presenza di persone intrappolate tra le macerie.

Domani, intanto, alle ore 15 i residenti delle abitazioni evacuate potranno recarsi accompagnati dagli agenti della Polizia Locale, all’interno delle loro abitazioni per recuperare alcuni effetti personali.

Ciò non vale per l’abitazione della 91enne che ha subito maggiori danni, con ingresso la civico n. 26 di via Rossetti.

Ora sarà predisposto un piano di rimozione delle macerie che, secondo indiscrezioni, previo autorizzazione del pm, verrà eseguito materialmente, sotto la sua guida e direzione del CTU, da parte dell'impresa interessata ai lavori che si sarebbe offerta di rimuoverle a propria cura e spese. Dopodiché saranno effettuate tutte le verifiche necessarie per arrivare alle cause che hanno determinato il crollo della palazzina adiacente il cantiere edile di via Pisani.

Alle ore 10.50 sono terminate le operazioni di sopralluogo preliminare.


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Antonio Recchia ha scritto il 08 novembre 2019 alle 21:11 :

    ....poi ci spiegherà la via nuova dei droni nei sopralluoghi interni, come si fa!!!! Rispondi a Antonio Recchia

  • Antonio Anelli ha scritto il 08 novembre 2019 alle 13:14 :

    Al solito si è seguita una via "vecchia" anzichè effettuare un rilievo con drone e programma di fotogrammetria, senza rischi per nessuno! Rispondi a Antonio Anelli