Back to the 90’s: il ritorno degli anni Novanta

Back to the 90’s: il ritorno degli anni Novanta

È tornata la moda degli anni Novanta. L’era dei pantaloni a vita bassa, delle tute Fila, dei Game Boy e delle cassette.Un ventennio, quello tra gli anni Ottanta e i Duemila, ricco di creatività

Contenuti Suggeriti
Andria lunedì 13 giugno 2022
di La Redazione
Back to the 90’s: il ritorno degli anni Novanta
Back to the 90’s: il ritorno degli anni Novanta © n.c.

È tornata la moda degli anni Novanta. L’era dei pantaloni a vita bassissima, delle tute Fila e le scarpe Reebok, degli abiti sottoveste e dei crop-top, delle maches e dell’autoabbronzante, dei Game Boy e delle cassette, dei Blockbuster e di Dawson's Creek. Un ventennio, quello tra gli anni Ottanta e i Duemila, ricco di ispirazioni e creatività. Un momento storico in cui lo stile dei più giovani, soprattutto, era dettato da un miscuglio di influenze provenienti dalla tv, dal cinema e dalla musica pop. L’abbigliamento casual e minimale diventa protagonista indiscusso ma non per questo privo di eccentricità e ribellione. Era l’epoca degli zaini personalizzati, pasticciati, colorati, pieni scritte, strass, borchie, scooby doo appesi, portachiavi coloratissimi. Gli zaini Invicta erano un’istituzione, tutte le persone più cool ne avevano uno e oggi tornano ad essere nella lista degli acquisti di tutti i fashion victim. Sulle ultime passerelle della primavera-estate 2022 sembrano rivivere una Kate Moss rivoluzionaria all’apice del suo successo durante i party più esclusivi, i look eccentrici e striminziti di Victoria Beckham (ancor prima di essere la signora Beckham, in realtà) e una giovane Britney Spears fotografata insieme a Justin Timberlake in total look denim durante gli American Music Awards del 2001. E poi è vintage mania. Giovani e non, fanno a gara nelle bancarelle dei mercati di tutto il mondo e tra le relle dei negozi per acquistare il capo più chic, con il miglior rapporto qualità-prezzo. Tra scelte etiche e di stile, se adesso comprare vintage è un atto super cool, lo si deve anche all’influenza degli anni Novanta. Proprio in questo periodo, infatti, si afferma il concetto di abbigliamento vintage come lo conosciamo adesso, quando da segno di ribellione al consumismo – tipico degli anni Sessanta- inizia ad essere una tendenza di moda.

Lascia il tuo commento
commenti