Dieci modi di usare il tarallo in cucina

Dieci modi di usare i taralli in cucina

Vi proporremo dieci modi di declinare il tarallo, cibo del sud, antichissimo e da millenni amato. Il piccolo anello vivacizzato con sapori mediterranei, farà sempre innamorare

Contenuti Suggeriti
Andria lunedì 20 giugno 2022
di La Redazione
Dieci modi di usare i taralli in cucina
Dieci modi di usare i taralli in cucina © n.c.

Quelle che vi proporremo sono 10 modalità di declinazione del tarallo, cibo del Sud, cibo antichissimo, cibo da millenni amato. Il piccolo anello di farina, sale e acqua, classico o vivacizzato con sapori mediterranei, farà sempre innamorare i buongustai. E non è un caso che lo troviate nelle dispense di una cucina di casa o di rinomati ristoranti. Non ci resta che augurare a voi e ai vostri ospiti “Buon appetito”.

Apri stomaco

Ovunque voi siate, in montagna durante una scalata, al mare, in biblioteca o su un cantiere, il break time si può incarnare in uno squisito tarallo. Non solo, la loro presenza a tavola, a introdurre pranzi e cene, rallegra gli occhi e il cuore.  Vi suggeriamo di presentare i taralli lunghi con semi di finocchio della linea "Fatti a mano" che fanno rivivere la dedizione dei maestri panettieri.

Vellutata di piselli con crumble ai taralli

Di origine irlandese, il crumble, impasto friabile di burro e farina utilizzato per dolci ma anche per pietanze salate, può vestire degnamente abiti pugliesi se realizzato con squisiti taralli, interi o sminuzzati, tostati in olio aromatizzato al peperoncino. Il crumble “di Puglia” adornerà la morbidezza delle vellutate di verdure, il cibo della nostalgia e del buon tempo che fu. 

Spaghetti aglio, olio e taralli

Ricetta semplice e croccante di un piatto celeberrimo. Lessate in abbondante acqua salata gli spaghetti. Cuocete al dente e mettete da parte un po’ di acqua di cottura. Nel frattempo, in olio, aglio e peperoncino fate sfrigolare la granella di taralli al Gusto Mediterraneo della linea tradizionale Fiore di Puglia. Aggiungetevi gli spaghetti al dente e mantecate con l'acqua di cottura.

Insalata di pasta con tonno e taralli

Freschezza e croccantezza in questa insalatona di pasta. Lessate al dente la pasta; scolate e aggiungetevi tonno – sgocciolato o naturale – taralli triturati e tostati in olio e peperoncino. Mescolate tutto in una insalatiera e lasciate riposare qualche ora in frigorifero. Per un piatto più deciso, aggiungete uova sode, verdure o erbe aromatiche. 

Al posto del pane vecchio per la panzanella

Il piatto del’Italia contadina centro-meridionale acquisirà ancor più vivacità con gli Intrecci della linea A mano di Fiore di Puglia. Riduceteli  a pezzi  non troppo piccoli e aggiungeteli all'insalata di cipolle, pomodori, sedano e basilico. Condite tutto con molto olio Evo e lasciate riposare per qualche minuto, in modo che i taralli si impregnino del sapore del sughetto.

Panatura per cordon bleu

Crunchy cordon bleu, ossia fagottini di vitello farciti di prosciutto e scamorza rivestiti di granella di taralli alle olive della Linea Tradizionale. Farcite metà di fettine di carne di vitello; coprite con l'altra metà e sigillate bene i bordi. Immergete i cordon bleu nell'uovo sbattuto e tuffateli nei taralli triturati. Cuocete in forno a 200°C per 25 minuti oppure friggete per 10-12 minuti fino a rendere dorati i fagottini. 

Altro che Panko! Prova i gamberi croccanti ai taralli e pistacchi

Piatto estivo che coniuga i profumi e i sapori di Puglia e Giappone. Pulite e sgusciate 10 gamberi, mantenendo soltanto la coda; passateli sotto l'acqua fredda e asciugateli ben bene con carta assorbente. Tuffate i gamberi nell'uovo sbattuto e immergeteli in un trito di taralli al peperoncino e granella di pistacchi. Friggeteli in bollente olio di semi per pochi minuti. Serviteli con una salsa.

Gratinatura al tarallo per cozze ambiziose

La granella di taralli al peperoncino conferirà un gusto deciso a un piatto d’antipasto tipicamente pugliese. Pulite le cozze, eliminando la barba, e apritele con un coltellino. Sistematele in una teglia larga e, con un cucchiaio, distribuite su ogni cozza il composto di taralli tritati, olio e prezzemolo. Fate cuocere per 10 minuti in forno statico o grill, a 200°C.

Funzionano anche come ripieno per calamari

Ancora la Puglia con i calamari ripieni, cotti in padella con sugo di pomodoro fresco profumato all’aglio. Per il ripieno, tuttavia, non pangrattato, ma un trito di taralli, cipolle, olive e friarielli. Cucinate tutto per 20 minuti e servite in tavola, tra la felicità dei commensali.

Mini cheesecake ai taralli, ricotta e pomodori secchi

Colorate e piene del sole di Puglia le mini cheesecake salate. In un mixer mettete taralli e burro fuso; triturate e versate il composto sul fondo dei bicchieri creando uno strato di circa 1,5 cm. Mettete tutto in frigorifero e fate riposare. In una ciotola, nel frattempo, mescolate ricotta, scorza di limone, timo, sale e pepe. Riprendete i bicchieri dal frigorifero e distribuitevi la crema: a operazione conclusa riponeteli ancora in frigo. Nel mixer trasformate in salsa i pomodori secchi sott'olio, capperi e tabasco. La salsina decorerà la superficie della piccola cheesecake.

Lascia il tuo commento
commenti