I dati

Puglia, si va verso la zona gialla. Andria maglia nera per numero di positivi

Sono 1.170 positivi nella nostra città sui circa 63mila in tutta la Regione

Cronaca
Andria venerdì 14 gennaio 2022
di La Redazione
Infermiera in reparto Covid
Infermiera in reparto Covid © Unsplash License

I dati parlano chiaro, la variante Omicron del Covid19 ha causato un balzo generale del numero dei positivi nella nostra città ma in generale in tutta la Puglia.

L'ultimo numero diramato dalla Sindaca Giovanna Bruno è di 1.170 positivi per Andria (sui circa 63mila in tutta la Regione): tra di loro anche giovani ricoverati a Bisceglie in condizioni gravi.

Le statistiche in questo momento vedono la Puglia raggiungere le soglie critiche riferite all'occupazione dei posti letto negli ospedali da parte dei pazienti positivi al Covid-19 e, di conseguenza, considerando anche il numero di contagi quotidiani, si concretizza la possibilità che da lunedì prossimo si passi in zona gialla.

Nei reparti di Medicina, secondo i dati Agenas, il tasso di occupazione è del 17% mentre il tetto limite fissato è del 15%; nelle terapie intensive, invece, è stata raggiunta la soglia critica del 10%. 

La speranza è che l'accelerata delle vaccinazioni (ricordiamo che in questi giorni sono diversi gli open day dedicati a bambini, adolescenti e adulti nell'hub di San Valentino) possa determinare un rallentamento della curva per far sì che si arrivi alla primavera con più tranquillità: a tutti l'invito a rispettare le norme sul distanziamento e sull'uso delle mascherine che da 2 anni, ormai, sono parte del nostro quotidiano.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele Franco ha scritto il 14 gennaio 2022 alle 19:49 :

    MOLTI POSITIVI, COME SE NULLA FOSSE, ESCONO DALLE CASE.... BISOGNEREBBE PASSARE AI RIMEDI RIGIDI... Rispondi a Michele Franco

  • Antonio Anelli ha scritto il 14 gennaio 2022 alle 19:27 :

    Inutile dire che le scene di "follia collettiva" cui abbiamo assistito nelle vie principali (Viale Francesco Crispi, Via Regina Margherita...) durante le festività natalizie si sono rivelate un'occasione "ghiotta" per il Covid, che ha inevitabilmente colpito. Domanda: questa estate hanno fatto bene Salvini e Meloni ad insistere ed ottenere dal presidente del consiglio in carica l'abolizione dell'obbligo di indossare le mascherine FFP2 all'aperto? E poi, c'è ancora qualcuno che crede alla favola che il Covid sia solo un banale raffreddore e che i vaccini non servono a nulla? Rispondi a Antonio Anelli

  • Graziano ha scritto il 14 gennaio 2022 alle 13:03 :

    E dunque quelli che volevano vaccini a raffica per tutti non hanno nulla da dire ora sul fallimento totale di questi farmaci in tema di contagi? Avevano promesso che saremmo stati liberati dai vaccini. Rispondi a Graziano

  • salvo ha scritto il 14 gennaio 2022 alle 11:01 :

    Ad ANDRIA come al solito non ci facciamo mancare niente. Si aggiungono i mancati o pochi controlli, il menefreghismo di cui siamo imbibiti fino alle ossa etc. ect......e questi sono i risultati del CAOS generale. Siamo messi male!!!! Rispondi a salvo