Il fatto

Andria piange il dott. Saverio Sgarra

Impegnato a vari livelli nell’Associazione cattolica degli operatori sanitari, era vicepresidente nazionale del Meic

Cronaca
Andria mercoledì 25 maggio 2022
di La Redazione
Dott. Saverio Sgarra
Dott. Saverio Sgarra © nc

È venuto a mancare nella scorsa notte all'età di 77 anni il dott. Saverio Sgarra, medico e vicepresidente nazionale del Meic.

Nato ad Andria, era medico anestesista-rianimatore in pensione, laureato a Bologna e specializzato a Bari. Ha sempre esercitato la professione nell’ospedale della sua città. È stato iscritto alla Fuci e si è impegnato a vari livelli nell’Associazione cattolica degli operatori sanitari. Per l’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani si è occupato di tematiche bioetiche e di etica della cura. Dal 1981 a 1983 e dal 1995 è stato iscritto al Meic, ricoprendo l’incarico di presidente del gruppo di Andria, di delegato regionale e consigliere nazionale. Era anche Socio del Lions club Andria Costanza d'Aragona.

«Siamo ancora sconvolti - scrivono dalla sezione nazionale del Meic - e attoniti per una notizia che mai avremmo voluto ricevere. Nel suo lungo e appassionato servizio Saverio ha dato tantissimo al Movimento, e la stima e l'affetto che lo circondavano erano unanimi. Ci stringiamo tutti alla sua famiglia, al Meic di Andria e della Puglia, e ci stringiamo gli uni agli altri, nel ricordo grato e nella preghiera per questo nostro amico amatissimo che ora è davanti al volto di Dio».

La salma di Saverio Sgarra è alla Oasi eredi Vincenzo Ernesto, casa funeraria vicino alla chiesa di Santa Maria dei Miracoli dove, venerdì 27 maggio, alle ore 16.30, saranno celebrai i funerali.

Il cordoglio dlla Sindaca, Giovanna Bruno: «La notizia della scomparsa improvvisa del dott. Sgarra mi ha rabbrividito. Al caro Saverio mi lega da sempre una grandissima stima e tanto filiale affetto.
Mi unisco al dolore di tutta la famiglia e di quanti lo hanno conosciuto e amato.
Uomo integerrimo, generoso nel servizio alla città, esempio di equilibrio, uomo di alta levatura morale e professionista stimato. Lascia in consegna a chiunque lo abbia conosciuto il suo grande amore per le persone, per l'uomo e i suoi bisogni, come da Moro aveva mutuato. Ciao Saverio!».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Alessandro Rendine ha scritto il 26 maggio 2022 alle 05:37 :

    Addio Saverio. Ricordo quando frequentavamo la FUCI ai tempi di don Vincenzo Labriola, le serate passate allegramente insieme, le ns complicità, i primi flirt, le prime delusioni e la tua spontanea allegria. Tutto passa, ma certi ricordi sono indelebili. Addio Saverio, ci rivedremo presto. Rispondi a Alessandro Rendine

  • Francesca Campanile ha scritto il 25 maggio 2022 alle 18:29 :

    Che la terra ti sia lieve. Ciao Saverio Rispondi a Francesca Campanile